29 ottobre 2009

MARMELLATA D'UVA

Può capitare, soprattutto in questo "periodo di mezzo" che l'uva che compriate non sia proprio saporita o con la buccia tenera. Allora, piuttosto, che continuare a mandar giù l'amaro boccone, si potrebbe fare una bella marmellata di uva, cosa facilissima tra l'altro: basta dell'uva, dello zucchero ed una confezione di Fruttapec (o pectina pura, io ho usato quello perchè mi ci trovo sempre bene).
Si prende un chilo di acini d'uva, ben lavati ed asciugati, si tagliano a metà o in quarti, si tolgono i semi (la cosa più pallosa) e si mettono in pentola con mezzo chilo di zucchero (anche 400 grammi se non vorrete la marmellata troppo dolce) a fiamma media. Quando il tutto raggiunge il bollore si toglie la pentola dal fuoco, si aggiunge una bustina di "Fruttapec 1:2" e si rimette sul fuoco per 3 minuti (o 1 o 2 minuti in più, in caso la vogliate più consistente): ma con l'uva vanno bene 3 minuti e mezzo.
Si invasa poi il tutto e... inutile fare il procedimento del sottovuoto perchè tanto in 3 giorni finisce !
Sul pane casereccio è fantastica (ma la vedo benissimo anche in accompagnamento ad una bella caciotta semistagionata).

Con questa semplice marmellata (e lo faccio proprio perchè è rapida da preparare quanto buona) partecipo al contest di MARTINA e di GIALLOZAFFERANO.

Posta un commento