01 gennaio 2008

PANFORTE...... PANFORTE ????

E si, quest'anno voglio cambiare: visto che lo scorso anno ho preparato panforti di tutti i tipi (sperimentandoli con noci, pinoli, nocciole o mandorle mescolati in diverse quantità o anche come singoli ingredienti di frutta secca) ma tutti indifferentemente spazzolati da parenti e colleghi, quest'anno si sperimenta un "panforte tropicale": ho messo a bagno nel rhum per 24 ore 400 grammi di frutta disidratata (uva, ananas, papaia, banana, mango) ed una fetta di melone candito tagliata a dadini, cui ho poi aggiunto delle mandorle tagliate sottilissime, per dare un po' di contrasto e "croccantezza". Il tutto va mescolato con 150 grammi di farina (per non far attaccare i canditi l'un l'altro, ed ho aggiunto una grattugiata di pepe di Sechuan pestato a mortaio, cannella e noce moscata. Nel frattempo, in una pentola, ho sciolto 100 grammi di zucchero a velo e 150 grammi di miele con un cucchiaio d'acqua: quando hanno cominciato a fare le bollicine ho buttato tutto il composto di farina e frutta secca nella pentola e mescolato per un paio di minuti per amalgamare il tutto. Poi ho infornato a 170° per una ventina di minuti, dopo aver disposto delle ostie nelle tegliette da forno. Devo dire... non male !

2 commenti:

anna ha detto...

Ultimi due post interessanti! Sei andato sul leggero, per concludere in bellezza!
O.t. Castiglione del lago è bellissima, non so se hai letto miei post di marzo su righeblu...
Ciao e a presto

JAJO ha detto...

Ciao Anna, in effetti a Castiglion del Lago preferisco di gran lunga Panicale o Corciano: lì veramente ti senti immerso nel Medioevo.... :-D
Prova a farci una capatina, meritano veramente....