22 febbraio 2010

COME NON FAR DIVENTARE STANTIO IL PANE

Chissà quale "dritta astrusa" vi aspettavate vi rivelassi, dopo aver letto nel vostro blogroll questo titolo, ammettetelo !!! (e con "stantio" ed "astrusa", cara DANIELA, siamo arrivati alla iperbolica cifra di 2.506 parole ! Con "iperbolica" anche a 2.507 :-D).
Ed invece più che una dritta per non far indurire il pane nella credenza questo post (manco tanto liberamente tratto da QUESTO) è una spiegazione di come una sola persona si possa finire una intera pagnotta con l'ausilio di due uova ed un po' di pomodoro.


E già perchè, mentre Claudia si preparava il suo solito pescetto lesso e le figlie una fettina alla piastra, io, che da tempo avevo voglia di due uova al pomodoro, memore della spignattata Precisinesca di pochi giorni fa, ho tirato fuori piletta, pelati e mi sono dato da fare ai fornelli quel minimo indispensabile per finire la mezza pagnotta di casereccio, prima ancora che potesse rendersi conto di dove si trovasse.
In effetti mia madre non le faceva proprio così ma io volevo provare la "variante ischitana" e, devo ammettere, che buonissime lo sono davvero !
Ma, bando alle ciance...

UOVA AL POMODORO

INGREDIENTI (per 2 persone):
4 uova
1/2 kilo di pelati o polpa di pomodori (minimo !)
1/2 cipolla
un "giro" d'olio EVO
un pizzico di pepe o peperoncino

pane (oltre ogni quantitativo immaginabile !)

PROCEDIMENTO:
Tagliare la cipolla e farla rosolare velocemente, in un giro d'olio, in un tegame dal fondo spesso. Aggiungere i pelati schiacciati con una forchetta, salare e pepare (o "peperoncinare" leggermente). Lasciar addensare un po' la salsa (circa 10 minuti) quindi "scostarne" una parte con una paletta di legno lasciando degli incavi nei quali sgusciare le uova. Coprire il tegame con un coperchio e terminare la cottura delle uova per 7 o 8 minuti. La chiara cuocerà bene creando uno "scrigno" all'interno del quale il rosso rimarrà denso (mia madre, invece, a questo punto, rompeva sommariamente l'uovo mescolandolo con il pomodoro).

Con una paletta bella larga prendete con delicatezza le uova, per non romperle, e guarnite il piatto con taaante cucchiate di pomodoro.

Verificate, prima di servire in tavola, di aver almeno una pagnotta di casereccio in casa perchè, se doveste andare a suonare al vicino per farvene prestare un po', al ritorno trovereste il vostro commensale schizzato di pomodoro dappertutto... ed il vostro piatto vuoto ^_^

Se, per intervento divino, doveste trovare il vostro piatto "intonso" (Danielaaaaa) potrete andare a fare un atto di umiltà e ringraziamento portando il tegame, rigorosamente da pulire con il pane rimasto, al vicino benevolo.

26 commenti:

Max ha detto...

Giustooo ... il pane va usato e così non invecchia :-) ... comunque quando diventa vecchio si può sempre usare ... canederli trentini, ecc...

Ely ha detto...

Gesù giuseppe e Maria che bontà!!!!! ne ho di pane ne ho di pane!!!!! bellissima rietta, buona facile e veloce! grazie!!!! ciao Ely

Saretta ha detto...

Stavo epr dare una risposta del tipo"Magnandolo!"E questo mi pare un modo FAVOLOSO per gustarlo...Le uova al pomodoro me le facevo spesso ai tempid ell'università, ricomincerò!Buona settimanaaa

Alessia (Ale) ha detto...

è una vita che non faccio cosi' le uova.... ma adesso... che voglia!!!!!!
ciao

La cuoca Pasticciona ha detto...

Non le ho mai assaggiate così le uova... ma c'è sempre una prima volta per assaggiarle.. bacio

Claudia ha detto...

Una pagnotta da solo te sei sfonnato?????? ahahahahahaha.. te credo!!! ricordo il mio ex le uova me le faceva in tutte le salse.. ma quando le condiva con il pomodoro.. andavo de zuppette pure io!!!! :-D smack!

JAJO ha detto...

MAX: non mi tentare, che già mezza pagnotta se n'è "andata" con le uova :-D Comunque pensavo di farci un bel polpettone...

ELY: vero, in 20 minuti è tutto fatto, poi godimento puro per 5 minuti :-D

SARETTA: risposta esattaaaa ! Hai appena vinto l'altra mezza pagnotta (a meno che stasera io non faccia il bis di uova :-D)

ALE: mammaaaaaa, se ripenso a quelle padellate di uova, patate e speck mangiate in montagna.... :-D

VALENTINA: si fa sempre in tempo ad iniziare, te lo consiglio :-)

CLAUDIA: e te pareva che te ne lasciavi scappa' una ?! hahahahaha

Ady ha detto...

Tutte te le sei mangiate?
4 Uova??
Anche a casa mia si facevano, mia madre le chiamava in purgatorio, che poi in realtà sarebbero strapazzate al pomodoro, ma lei le faceva così;-)
Un bacione e attento al colesterolo

JAJO ha detto...

ADYYYYY: ma ho scritto che le quantità sono per DUE persone !!! :-D
Infatti anche Nadia le chiamava "in Purgatorio" :-D
P.s.: er colesterolo me lo so' già magnato anni fa :-PPPPP

ele ha detto...

boooni! me l'ero dimenticaaata 'sta preparazione qui! da bambina mia madre la preparava spesso per cena li adoravo.....corro a vedere se c'è pane raffermo e mobilito subito i cuochi di casa!

iana ha detto...

haha, da settimane io e leonard ragioniamo su sacchetto di plastica o di carta? meglio scatola di legno o di latta? e il panno umido? speravo di trovare l'illuminazione e invece... compliments!

Lydia ha detto...

A Napoli si dice "tu tien a capa fresca"!!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Le faceva sempre mia nonna, quanto le amavo. Per ora mi tocca il pescetto lesso :-))
Baci
Alex

Ady ha detto...

Ho capito che le quantità sono per due, ma Claudia non ha mangiato il pescetto lesso??
Ahòòò non fregà!!!!
;-PPPPP

JAJO ha detto...

ELE: anche mia madre le faceva spesso, come la frittata di patate, sempre con cipolla e pomodoro :-D

IANA: nooooo, anche Leonard mi hai coinvolto !!! :-D Per il pane, comunque, meglio la scatola di legno o il sacchetto di stoffa ;-D

LYDIA: ma mi stai perdendo colpi: me l'avevi già detto una paio di mesetti fa hahahahahaha
Oppure c'hai proprio ragione... hahahahahahaha

ALEX: allora la prossima volta che scendi tu e Claudia un bel pescetto lesso e io una amatriciana ? :-D

ADYYYYYYYY: le QUANTITA' indicate sono PER DUE. Se vedi bene la seconda foto le uova nel tegame erano solo 2... PER ME !!! :-PPPP

Giovanna ha detto...

Sir Jacopo (sei gentleman, il titolo è d'obbligo) da noi si chiamano "uova in purgatorio", credevo fosse un nome balordo familiare e invece ho scoperto che è proprio una denominazione napoletana:
http://www.portanapoli.com/Ita/Cucina/uova_in_purgatorio.html
Ammetto di essere una dei pollastri che hanno abboccato all'inganno del titolo :-))))

JAJO ha detto...

GIOVANNA: si, un po' tutte mi hanno confermato quel nome (e lo avevo letto sul sito che mi hai indicato).
La signora sei tu, unica ad aver ammesso di aver abboccato hehehehehe

Raffaella ha detto...

Ecco vedi a che servono gli amici bloggari..... a fasse veni' n'idea pe' la cena..... stasera le propino a Vittoria.... il pane... cesta..... le ova pure.... la cipolla anco.... l'olietto bono lo tengo..... e nel frattempo potrei fare altro....
Grazie Jacopi'.... se po' sempre conta' su de te...
a parte gli scherzi, in purgatorio o all'inferno queste uova sono un ricordo della mia infanzia barese... quante ne ho mangiate...
a bari si chiamano ... l'ov cu' pumdoor.....(chiedo scusa ai puristi baresi, giuro che la mia fonia e' perfetta, la grafia moooolto meno!)...
baci Raffa

Ady ha detto...

Si vabbè....ahahahah ;-PPPPP

enza ha detto...

ma quale capa fresca...una pagnotta dei castelli è il massimoooo

Luciana ha detto...

Ciao buonissime le uova preparate così...è una vita che non ne mangio...molto bravo...grazie per essere passato da me...un bacio Luciana

matrioskadventures ha detto...

buonissimo! molto buono anche col pane carasau...con il valore aggiunto che ricordo le bellissime vacanze in Sardegna:).

JAJO ha detto...

RAFFA: fatte ? La pronuncia esatta non conta: sono troppo buone :-D

JAJO ha detto...

ADY: e leggi bene :-PPPPP hahahahaha

ENZA: ecco, diglielo tu: ma che ne sa 'a milanese... hahahahahaha

LUCIANA: quei biscotti al cocco mi chiamavano dal web :-D Grazie.

ANCUTZA: Esatto, una cosa del genere la fanno in Sardegna (il pane "guttiau" se non ricordo male) ;-)

Alex ha detto...

nonostante l?ora tarda...mi ?e venuto un certo languorino!!! mai fatto le uova in questo modo...buone!!!

JAJO ha detto...

Alex, malgrado l'ora... provalee :-)