19 settembre 2007

VACANZE ALLE EOLIE - STROMBOLI

Siete seduti? Fatelo. Questo è un lunghissimo post fotografico su Stromboli, una delle perle del Mediterraneo. Sedetevi prego... il viaggio va ad incominciare !!!
Finalmente eccoci in partenza per Stromboli: erano almeno tre annetti che provavamo a partire ma, ogni volta, ci capitava qualcosa che ci teneva ai blocchi di partenza. Per me è la quinta esperienza a Stromboli ma per Claudia è una nuova avventura: sono sicuro che gli sbuffi neri di Iddu ed i colori e i ritmi dell'isola la conquisteranno!
Arrivati a Napoli dopo un velocissimo (strano ma vero) viaggio in treno, ci dirigiamo verso il Molo Angioino, dove ci tocca aspettare un paio d'ore che aprano i cancelli per l'imbarco. Ma avevo preferito tenermi "comodo" con i tempi... non si sa mai...
Il tempo promette poco di buono e ci costringe a rifugiarci nell'unico baretto del porto, dove mi sparo la prima granita al limone della vacanza.

Finalmente ci si imbarca !! E dalla nave ci godiamo un bel tramonto (purtroppo i palazzoni della zona del porto non sono lo spettacolo migliore che Napoli possa offrire, ma i colori del cielo sono splendidi).

Alle 20 inizia l'avventura! Un consiglio: prendete sempre la cabina (ha anche il bagno e la doccia tutti per voi) e la differenza di prezzo è minima rispetto ad un posto poltrona (dove dovete fare spesso a botte, mettervi i bagagli tra le gambe o lasciarli nei corridoietti tra le poltrone e, soprattutto, sopportare i vicini che vi russano nell'orecchio, hehehehe): la cabina doppia (della Siremar) costa 130€ mentre due posti ponte un'ottantina di euro abbondanti. Ceniamo a bordo e poi a nanna.
La mattina ci svegliamo alle 4,30 per goderci l'arrivo a Stromboli (ho scelto la nave apposta, l'aliscafo da Napoli ci avrebbe messo 4-5 ore, ma lo spettacolo di Iddu prima dell'alba è un qualcosa che toglie il fiato: un po' inquietante, soprattutto per chi ci arriva la prima volta, ma sicuramente affascinante! Una montagna, più nera del nero della notte, sale dal mare con bagliori rossastri sulla cima, e l'aria è ferma e calda, malgrado si sia ancora in mare aperto. Iddu è lì che ci saluta, così come lo scoglio di Strombolicchio con il suo flebile faro).

Arrivati al molo di Stromboli ci si districa tra tutte le Ape Piaggio ed i veicoli elettrici che vengono a prendere turisti o merci (le stradine di Stromboli sono strettissime e gli unici veicoli che vi possono circolare sono motorini o, al massimo, appunto l'Ape. Ricordo che anni fa il riccone dell'isola, un napoletano proprietario degli aliscafi, era l'unico a possedere un'automobile...... una Fiat 500!!!) Arrivati al nostro affittacamere, visto che la camera sarà "nostra" verso le 10, lasciamo i bagagli e ci facciamo la prima megapasseggiata per i vicoli di Stromboli, magica ed affascinante già alle prime luci dell'alba!!

Claudia è ancora un po' impaurita dal "respiro" del vulcano... ma sono sicuro che si abituerà presto!

Il mare rosa all'alba ed i colori ancora irreali dell'isola...
Stromboli prima delle 8 di mattina è meravigliosa ma è difficile farci shopping!
I 3 simboli di Stromboli: il vulcano che erutta, il geco ed il cappero (non è un cuore, è un cappero)
E' presto e Stromboli dorme ancora...
Anche se il buonumore c'è già!!!
Eccoci arrivati alle 8,30: SIAMO GIA' STRAVOLTI!!! Sono quasi due ore che camminiamo per il paese.
Ps: questa è l'ultima fotografia scattata dalla mia macchinetta. Purtroppo una lente è andata fuori allineamento il il motorino dell'obiettivo "grippa". Porca miseria: sono solo le 8 e mezza di mattina del primo giorno di vacanza!!!!!!!!! Ma avevo già scattato 170 fotografie !!!!!!!
Ora dovremo fare "a mezzi" con la macchinetta di Claudia :-D
Panoramica dell'aurora dal belvedere di Piazza San Vincenzo
Il primo incontro e con...... lui !
I due soggetti più fotografati di Stromboli sono il vulcano (Iddu) e lo scoglio di Strombolicchio, a meno di un miglio dalla costa. E allora...... eccoli !
Gli "sbuffi" di Iddu avvengono con una regolarità disarmante: tra i 15 ed i 20 minuti, giorno e notte. E' proprio il sordo rumore del vulcano in lontananza che ha affascinato Claudia (ero sicuro che lo avrebbe fatto) dopo i primi momenti, più che giustificati, di disagio o apprensione: Iddu è buono, lo dicono tutti gli isolani... quasi un fratello maggiore o un padre che veglia sull'isola, e gli sbuffi sono il suo naturale respiro. Claudia tutte le sere non si addormentava se non stava qualche minuto a fissare la sommità del vulcano aspettandone... il saluto.
Attenzione: cuoco...... al lavoro Hahahahahahaha
Ve l'avevo detto che stavo "lavorando"!
D'altronde non potevo cucinare almeno una volta il pesce di "Pesce fresco" (così tutti chiamano il venditore di pesce che, tutte le mattine, arriva a Stromboli da Lipari e strilla "Peeescee freeeeescoooo" per le stradine ed i vicoli di Stromboli dalle 9 alle 14 passate).
Eccoloooooo: Peesceee freeescoooooo !!!!!!!!!!!!! Un grido che si sente anche in tutte le scene di film girate a Stromboli di mattina! Da notare il barattolo centrale sul tetto dell'Ape: dei tocchi di tonno sott'olio di un sapore strepitoso che nulla hanno a che vedere con le scatolette dei supermercati !!
Non avete idea di quanto fossero delicati e saporiti quei calamaretti. E per pulirli dalla scura pellicola superficiale bastava semplicemente passarli sotto un filo d'acqua: altro che i calamari, pur freschi, che vendono a Roma !!!
Quegli spaghetti sono piaciuti anche...... a qualcun altro!!! Un piccolo gechetto è infatti venuto a banchettare a mosche e moscerini sopra la nostra cucina. In fondo il geco ed il cappero sono i simboli di Stromboli...
Un doveroso saluto a chi ci vuole male!!! Notare la panzetta da calamaro!A Stromboli e bello passeggiare sui ciottoli della spiaggia a piedi nudi... magari in compagnia di un gabbianotto che vi segue...
Il paradiso di Claudia!!!
E non solo di Claudia...
E questa? Ursula Andress o Venere ?
E' incredibile ma questo "bestione dei mari" è ad oltre 1800 metri da Stromboli ed appare ugualmente gigantesco (e Strombolicchio è alto 50 metri): fate voi le proporzioni !!!
E questa è Stromboli!
Qualcuno veglia su Iddu?
Se guardate bene tra la striscia di nuvole inferiore e la nuvoletta al centro si vede la vetta dell'Etna...
Quattro chiacchiere con Carlo, della Lampara, praticamente il "sindaco" di Stromboli (e, forse, il vero "vulcano" dell'isola, hehehehe)
Gecheggio anch'io!!!!
Ma a Stromboli non ci sono solo albe.....
Ancora un'immagine mozzafiato!!!
...cui segue il saluto finale di Iddu !

Purtroppo si torna a casa, ma con la promessa di tornare presto, visto che abbiamo ancora molte cose da fare e vedere a Stromboli.

CIAO IDDU !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

7 commenti:

Lauradv ha detto...

JaJo ma che posti meravigliosi!!!! Un pezzetto di paradiso!!!

anna ha detto...

Posti bellissimi che non conosco! Belle foto, gli scorci delle stradine sono magnifici!Complimenti a entrambi!

kix ha detto...

lo so che l'ho già detto ma.....ADORO le finestre!!! Che meraviglia!
...mi porti indietro di qualche mese quando là c'ero io...

rosso fragola ha detto...

grazie Jajo, ci hai regalato delle foto stupende! A guardarle ci si potrebbe perdere :-))

Anonimo ha detto...

Ero in giro per il blog a guardare foto di strombolie son arrivata fin qui...complimenti! i tuoi scatti sono fantastici... rende a pieno la bellezza di stromboli che conosco molto bene...sono siciliana!
complimenti ancora!
Sweetvi

http://sweetvi.splinder.com

Anonimo ha detto...

Finalmente si sono decisi di sistemare le strade, adesso sembra ancora piu' bella ,queste foto sono veramente splendide,mi ricordano ventunanni di vita passata a stromboli....baci

JAJO ha detto...

Anonimo, purtroppo le strade rifatte sono quella che porta da Piscità a Ficogrande e la piazza principale, che ora è ad un senso solo. Le altre, per ora, sono come le avevo lasciate 4 o 5 anni fa. E devo dire che alla fine di agosto ho ancora trovato qualche traccia del passaggio delle orde di barbari vacanzieri, ma Stromboli non ha perso il suo fascino (e penso che mai lo perderà).
21 anni sono una vita, come hai fatto a distaccartene ?