18 novembre 2010

VERMICELLI ALLA SAN GIOVANNINO.... JAJO CUT

La VOIELLO organizza anche quest'anno, a Roma, come lo scorso anno, un incontro natalizio tra foodbloggers e simpaticamente ha chiesto ad ognuno di noi, aspiranti partecipanti, una ricetta della nostra tradizione familiare natalizia.
Nella mia famiglia è tradizione, la Vigilia di Natale, "dovendo" mangiare "di magro", fare la pasta con tonno e pomodoro. In effetti il tonno, da sempre, è quello in scatola e da anni noi "ragazzi" (anche se oramai ragazzi non lo siamo più, almeno anagraficamente) stiamo spingendo per modernizzare un po' la tradizione. La cosa bella è che, pur mangiando questo piatto con gusto una sola volta l'anno (o quasi), causa "l'abitudine" diciamo ogni volta: "...ancooora la pasta col tooonnoo?!?", come se la mangiassimo ogni due giorni hehehehehe.
Dopo anni di proteste e minacce di sciopero natalizio siamo riusciti ad arrivare ad un compromesso: utilizzare almeno del tonno fresco al posto di quello in scatola. Ora io, in questa ricetta, voglio fondere la tradizionale pasta al tonno e pomodoro della Vigilia con la San Giovannino (non chiedetemi il perchè del nome), una semplice pasta aglio, olio, pomodoro, olive nere e capperi, con un fondo di acciughe sott'olio, che, sempre in famiglia, facciamo da anni. Quello che ne viene fuori è una

"SAN GIOVANNINO" RIVISITATA ALLA MIA MANIERA

IMG_4866

INGREDIENTI (per 4 persone):
(minimo) 400 gr. di Vermicelli Voiello n° 105
2 tranci di tonno fresco (non troppo grandi)
25 olive nere
40 pomodorini ciliegini
2 cucchiai di pinoli
1 cucchiaio di capperi di Lipari
3 acciughe sott'olio
1/2 cucchiaio di colatura di alici di Cetara
1 spicchio di aglio di Voghiera (FE)
Olio extravergine d'oliva
Sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO: Lavare e tagliare a metà i pomodorini; metà di questi disporli su una teglia "a faccia in su" e passarli in forno per 20' a 200°, dopo averli spolverati con un pizzico di sale ed uno di zucchero.
Nel frattempo ridurre i tranci di tonno in piccola dadolata (circa 1 cm.).
Denocciolare le olive e tagliarle in 4.

Mettere
in una padella antiaderente i pomodorini crudi, le olive, i capperi (dissalati in uno scolapasta con un filo d'acqua appena tiepida, quasi fredda, dal rubinetto), lo spicchio d'aglio tagliato in 3, le tre acciughe tagliate e pezzettini, un paio di giri d'olio, il mezzo cucchiaio di colatura; aggiustare di sale e di pepe e cuocere 5 minuti a fuoco medio-basso.

IMG_4843

Quando il tutto inizia a sfrigolare aggiungere i pomodorini caramellati, la dadolata di tonno e lasciar cuocere, sempre a fuoco medio-basso, per altri 8-10 minuti.
Nel frattempo cuocere al dente i vermicelli, salando leggermente l'acqua di cottura (ci sono già i capperi, le acciughe e la colatura a dare la sapidità al sugo).
Un paio di minuti prima della cottura ideale scolarli e terminare la cottura nella padella antiaderente, non prima di aver aggiunto al condimento anche i pinoli ed aver tolto i pezzetti di aglio.
Dare una grattatina finale di pepe e servire.


IMG_4867

9 commenti:

Lydia ha detto...

mi piacciono molto

JAJO ha detto...

Però li scambio volentieri con una tua pasta e ceci "ulissiana" :-D

Giovanna ha detto...

Misteri delle denominazioni dei piatti... C'è una pasta che si chiama alla Sangiovannara con melanzane, peperoni, basilico e fiordilatte, nemmeno parente di questa :-) Boh!

JAJO ha detto...

Beh, almeno abbiamo capito che 'sto San Giovanni si trattava bene hahahahaha

Saretta ha detto...

Jajo è favolosa questa pasta!!!Sia per la scelta del formato ciccioso, che per questo sughetto, arrichito da molti aromi insuperabili!Bravo bravo!

arabafelice ha detto...

Mi piace, mi piace, mi piace!
E replico ;-)

Claudia ha detto...

Ah Jà.. a me piace un sacco sta tua rivisitazione.... bravo bravo.. che già si pensa a Natale.. in fin dei conti non manca poi molto.. quanto?? eh no.. te lo vieni a vedere nel mio blog il countdown! AAHAHAHAH Smackkk buon w.e.

€llY ha detto...

Caro i tuoi piatti mi fanno venir sempre una gran fame, anche alle 9 del mattino!!!!!!
Mitico!
Baci baci ;D

Lefrancbuveur ha detto...

Anche io ho fatto la mia ricetta Voiello...speriamo di ritrovarci entrambi alla cena del 2 :)