27 ottobre 2008

SAN CASCIANO DEI BAGNI e FIGHINE

Lo so, mi distinguo sempre: proprio per questo inserisco un "Post (???) Scriptum".... all'inizio :-D
Tanto per dire che questo post è dedicato alla cara amica Alex, che mi ha aiutato a cambiare "cappottino" al blog (ottimizzandolo per la visualizzazione dei collage fotografici) e che avrebbe tanta voglia di venire a vivere in Toscana: chissà non riesca veramente a... stuzzicarla? ^_^
Come vi avevo detto QUI, avevamo lasciato in sospeso la visita di San Casciano dei Bagni e di Fighine. Quindi.... provvediamo subito ! Anzi: di ritorno da una passeggiata a Castiglione del Lago...
ci godiamo questa bella luna, ma domani si va in esplorazione... E' incredibile quanti paesini e borghi ci siano in zona e, malgrado si vada lì da diversi anni, ogni volta riusciamo a scoprire qualcosa di nuovo.

Da Sarteano si prende la splendida strada che, tra tornanti ed un paio di rettilinei similcaliforniani, anche se attraverso i boschi, ci porta verso San Casciano dei Bagni e, dopo 5 o 6 chilometri di strada sterrata in salita, al borgo di Fighine. San Casciano è ancora oggi uno dei maggiori centri termali europei, per portata d'acqua, e sicuramente anche uno dei più antichi, visto che è stato fondato in epoca preromana dagli Etruschi. E proprio i Romani, amanti del termalismo al massimo livello, resero poi famoso questo borgo ai margini della Via Cassia e della antica Via Francigena: gratificandolo anche della presenza, tra gli altri, dell'imperatore Ottaviano Augusto. Ancora oggi la fonte termale è attiva e molto frequentata (è nelle prime dieci del mondo) e, dai vari "affacci" del borgo si gode un panorama mozzafiato. Innumerevoli sono anche gli scorci che regala il piccolo paese, raccolto attorno al suo castello. Il bello di questi paesini meno conosciuti (ma, non per questo, meno affascinanti) tra Umbria e Toscana, anche nei fine settimana, oltre il panorama e le bellezze artistiche, è che nelle stradine di sono sempre pochissime persone ed il traffico è praticamente inesistente. E poi sono pieni di scorci e di atmosfere.... di altri tempi. Qui, infatti, la gente ha ancora voglia e tempo di chiacchierare placidamente in strada...
Da San Casciano una strada sterrata e piena di tornanti conduce, dopo circa 6 chilometri, al borgo di Fighine, ma il gioco vale la candela (anche se al ritorno dovrete lavare l'auto perchè il pulviscolo si insinua dappertutto) visto che da qui si gode un panorama a 360° sulla Val di Chiana. Il borgo di Fighine, come potete vedere... "frequentatissimo" anch'esso, è una vera e propria oasi verde: decine di alberi di melagrani e di corbezzoli (non ne mangiavo, di corbezzoli, da quando, in Sardegna nel 1989, si andava a sparare al poligono... dopo aver camminato per alcuni chilometri dentro una macchia); e poi ciclamini a non finire, piante di lavanda e rosmarino, ricci pieni di castagne... un vero paese di Bengodi... silenziosissimo.

Mi sono innamorato dei colori di questo albero, alla luce del tramonto....

18 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Metto il P.S. anche io all'inizio: vado a preparare gli scatoloni!!

Grazie per la dedica, ma non è che io abbia fatto tanto eh :-) Le tue foto sono sempre più belle e le composizioni le valorizzano ancora di più! Ma quell'albero con le palline verdi e rosse che albero è?? Mai visto prima, è spettacolare.

Dicevo, vado a impacchettare.
Baci
Alex

Lo ha detto...

grazie per questo tour...in questo periodo di grigio...sogno un bel week end...e complimenti per il nuovo look...è molto carino! ...e pure per i collage...sono bellissimi!

Ciboulette ha detto...

jajo che posti stupendi...certo, mi domando come sia viverci ogni giorno... :)

JAJO ha detto...

LIEBES: se ti serve una mano per riaprirli fai un fischio... sono in debito con te per la "dritta" :-D
Spero la "dedica" abbia portato via qualche "crampetto"... ☺

LO: forse ho messo anche troppi collage, lo ammetto: ma non so resistere ☺

CIBOULETTE: si, è proprio un altro mondo. Probabilmente chi ci è nato non sente la pressione e lo stress della città anche se, ovviamente, non ne gode gli effetti positivi. Però le persone che ho incontrato mi sembravano tutte serene e rilassate: e non è poco ☺

Aiuolik ha detto...

Grazie per averci portati in gita con te! Senti, ma i corbezzoli li hai raccolti? Così ci facciamo una marmellata bionissima!

Ciaoooo,
Aiuolik

essenza di vaniglia ha detto...

mi piace la nuova veste de blog!
gli alberi di corbezzoli sono meravigliosi, sarà perché mi capita così raramente di vederli..
complimenti, foto sempre più belle!
ciao! a presto! :-)

JAJO ha detto...

ALEX: ovviamente l'albero con "le palline" è un corbezzolo :-D

AIUOLIK: altro che raccolti..... MANGIATI !!!! hahahahahaha Erano decenni che non ne trovavo più: l'ultima mangiata è del 1990, ovviamente a Sassari ! :-)

VANIGLIA: grazie ma, forse, ho ecceduto con i collages: mi sono lasciato prendere la mano dall'entusiasmo hehehehe

papavero di campo ha detto...

che belle foto! e belle inquadrature, pensa che leggendo il titolo ho pensato che avessi storpiato il nome a Figline oppure che fosse una boutade! no! è un posto vero di cui peraltro ignoravo l'esistenza, beh la Toscana è grande e di posti così ce ne sono...
jacopo hai reso un bell'omaggio alla terra etrusca,del resto sei un romano con nome fiorentino:)
(ed io un 'abruzzese vissuta a Roma ed ora stabile a firenze)

un gentile saluto!

JAJO ha detto...

Cara amica Abruzzo/Romano/Fiorentina, ben conoscendo l'arguzia toscana anche io avevo pensato ad una presa in giro :-) Invece è proprio Fighine ed esiste, tra l'altro, una associacione "Amici di Fighine" proprio per tutelarne la pulizia e l'organizzazione di eventi.
Un salutone da Roma :-D

Dolcetto ha detto...

Che bello il nuovo vestito! Così il blog è molto più luminoso...
Le foto sono bellissime, grazie per il bel giro che ci hai fatto fare!

anna righeblu ha detto...

Bello, bellissimo questo post di San Casciano e...la prossima volta, da Sarteano andrò a Fighine che non conosco.
Buoni i corbezzoli!... è tanto che non li mangio.
Le foto sono magnifiche!
Ciao e a presto

Gunther ha detto...

ma che belle immagini, favolose, ora che ti ha lasciato la macchina come faremo?

JAJO ha detto...

DOLCETTO: grazie :-D In effetti mi ero stufato di quelle foto piccole piccole....

KIX: e come potrei scordare tua nonna?.... :-D

GUNTHER: evidentemente qualcuno si era stufato troppo delle mie interminabili raccolte fotografiche ed ha fatto la macumba hahahahaha

Milla ha detto...

Credo che una di queste
domeniche dovrò per forza fare un giretto a San Casciano, lavorandoci non ho mai tempo per visitarlo per bene, vado e torno sempre di fretta, ma invece vale sicuramente un'incursione fotografica!! un saluto

JAJO ha detto...

Ciao Milla, credo proprio dovrai farlo :-) In fondo "ti porta via" al massimo un'oretta :-D
Buona passeggiata allora ! ^_^
Jacopo

kix ha detto...

e qui mi chiedo BEN due cose.

1)Ma se io qua non avevo commentato, come mai hai risposto a me ad una domanda che evidentemente avevo fatto altrove, bypassando la cara Anna????

2)ma da Roma, per andare lassù, da dove caspiterina passi????

JAJO ha detto...

Ciao bellissimaa: evidentemente avevo due finestre di risposta aperte ed ho "invertito": dovresti trovare la stessa risposta sull'altro post :-D

Per arrivare a San Casciano e, in genere, a tutti i paesi umbrotoscani che descrivo, esci a Chiusi-Chianciano; subito dopo il casello hai il bivio (a sinistra) per Sarteano :-D

kix ha detto...

bene.....perciò passi anche da Orte, prima??