03 ottobre 2009

ALICI FRITTE

Ed eccoci alle alicette, prese insieme al tonno, al mercato di Testaccio. Come detto erano talmente belle e lucenti che non ho resistito, immaginandole nel miglior modo in cui mi piace prepararle: fritte !!!
Il cammino da intraprendere per questo gustosissimo piatto (come le ciliegie e le patatine fritte: una tira l'altra !!) è ultraveloce: servono soltanto

400 grammi di alici fresche, aperte a libretto
5 o 6 cucchiai di farina
un pizzico di sale
mezzo bicchiere d'olio evo per friggere

Ho leggermente salato 5 o 6 cucchiai di farina e vi ho "panato" le alicette, che ho poi messo a friggere in una padella con meno di un bicchiere di olio evo.
Poco più di un minuto di cottura per lato, una leggera asciugatina su carta assorbente ed il delirio è pronto.


Ne potrei mangiare tranquillamente una trentina e lo considero un piatto veramente "afrodisiaco", non nel senso che possa in qualche maniera "favorire l'attività ludica", ma nel senso che una cartatina di alici fritte mi riconcilierebbe con il mondo in qualunque momento. Comunque, anche malgrado la leggera frittura, è un piatto estremamente leggero da mangiare con le dita, come le patatine fritte, senza neanche dover apparecchiare. E per questo, in un certo qual modo, potrebbe favorire il "guadagno di tempo per le attività ludiche" hehehehehe.

Con queste alici fritte partecipo alla raccolta di DIDA per il primo compleanno del suo blog.


16 commenti:

Renata ha detto...

Ciao, da noi le alici si passano nella farina, poi nell' uovo ed infine nel pane grattuggiato e poi si friggono(SARDONI IMPANAI =alici impanate)! Allora sì che sono deliziose e saporite. La nonna mi aveva insegnato il trucco di spremere un limone nell'uovo sbattuto, per togliere pesantezza al fritto lasciando intatto il sapore dell'alice, mentre alcuni spremono il limone a crudo dopo fritte, ma si sente troppo e copre il gusto del pesce. Buon appetito! noi accompagnamo questo pesce con radicchio piccolo di primo taglio (mi sembra lo chiamiate "bietina" ?), uova sode tagliate a fettine, fagioli borlotti lessati (magari lasciando un pò di quel sughino denso che fanno i fagioli lessati per un puccio più buono) e cipollotto o scalogno a seconda della stagione, tagliato finemente olio, aceto e sale qb! Un buon pezzo di pane croccante e fragrante per il puccio dell'insalata e .. sei in paradiso! :D un buon bicchier di vino, bianco secco eeeeee vvaiiii!
Buon appetito!
Ciao Renata da Trieste
http://ontanoverde.splinder.com

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Così le alici piacciono anche a me! Ormai lo sai che per i fritti vado matta. Anche se dal filettaro devo ancora rifarmi.
Un abbraccio e buon weekend
Alex

Dida70 ha detto...

Ma...ma...sono emozionata!!!
Grande Jajo, lo dico sempre io!
GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!
mi piace proprio quest'idea!
buon fine settimana a te e Claudia
un abbraccio
dida

Claudia ha detto...

Buonissime!!!! mi stai per invitare a pranzo vero???? bacioni...

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Jajo se me la prepari io la mangio volentieri... e mi sa pure il mi marito ;-) Buon fine settimana!!! Laura

Luca and Sabrina ha detto...

Ci piacciono da matti le alici fritte, da mangiare rigorosamente con le mani! Noi le troviamo afrodisiache, così come troviamo afrodisiaci tutti quei piatti che è un piacere mangiare, che se ne ha una voglia che ti fa strisciare, che non ci sai resistere. Perciò troviamo afrodisiaci tanti di quei piatti che qualcuno potrebbe pensare che siamo pazzi.
Abbiamo in programma una frittura come la tua in settimana e poi proveremo a fare anche le alici a beccafico. Che bontà, non ci voglio pensare, sennò stasera non apprezzo il castrato!
smack da Sabrina&Luca

Albertone ha detto...

Pensa che io il fritto non lo digerisco, ma ogni volta che vedo delle alicette fresche fresche....
L'ultima volta però ho rischiato di essere lasciato a dormire in terrazzo: devo organizzarmi per friggere all'aperto ;)

Alberto

Rossa di Sera ha detto...

Ammazza quanti riferimenti alle attività ludiche!.. Ma non facevi prima, caro, dire "giostre"???
Non le avevo mai considerato ( alici, intendo) da questo punto di vista, devo ricredermi? ahahahah!

Un bacione!

Marta ha detto...

Evviva le alici fritte! ed evviva le attività ludiche!:O)

Antonella ha detto...

Ahahahah....giostre e alici fritte!!!:D
Buonissime, ma sai che è una vita che non riesco a pulire le alici?....da ragazza ne facevo certe chilate e ora.... mi fanno impressione....ah la vecchiaia!!!
Tanto me lo avresti detto tu ;D
Ciao Ja'...quando ci vediamo ti porto la carta paglia per i fritti....alla metro ne ho comprata in quantità industriale!

Paola ha detto...

Anche io le ho fatte sabato, calde calde con una spruzzatina di limone e poi volendo si va sulle giostre:)))

Saretta ha detto...

Non èè che mi fai un fischio la prossima volta e mi autoinvito a cena?!Che buoneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
buna settimana :)
saretta

JAJO ha detto...

RENATA: ciaooo, eh si... la vostra versione è ancora più invogliante :-D
E grazie per tutte le dritte... hai ragione sul limone: brava tua nonna ! ^_^

ALEX: sempre pronto a riaccompagnartici, lo sai :-D

DIDA: leggere e golose... intriganti hehehehe

CLAUDIA: hai capito che pranzo con le alici fritte hehehehe Meriteresti di più :-)

LAURA: dai che mi sa che si capita in zona. Se le trovo all'Etrusco ve le faccio :-D

L&S: condividiamo la stessa filosofia allora :-D Beh, buono pure il castrato...

ALBERTO: mannaggia, ma neanche queste che sono fritte "leggere"? :-D

GIULIA: è che volevo parlare forbito hahahaha
Prova a prepararle e vediamo Stefano che ne pensa hahahahaha

MARTA: sempre, viva il luna park :-D

ANTONELLA: ma dai... Quando ce vò ce vò :-) Brutta cosa la vecchiaia hahahaha Allora la prossima cena... fritto per tutti :-D

PAOLA: ma ve so' proprio piaciute 'ste giostre hahahahahaha

SARETTA: quando vuoi :-)

enza ha detto...

jajo l'altro giorno ridevamo come le pazze con alex al pensiero del filettaro.
perchè le dicevo che pretendo anche io il filetto del filettaro solo che per quei giorni me lo dovrete portare in ospedale :))
io le alici le faccio pari pari alle tue la farina che uso è la semola di grano duro e le faccio marinare una mezz'ora in aceto di vino bianco.
questa cosa del mercato di testaccio non me la dovevi dire, lo sai vero che sono a piede libero?

JAJO ha detto...

ENZAAA: e che problema c'è ? Vuoi anche una scodellina di puntarelle ?
Anche la marinatura... Mmmhhhhh, ancora più gustose :-D
A piede libero ma zavorrata... :-D
Comunque quel banchetto di pomodori (ne ha anche molti "passiti", ciòè grinzosi ed ancora più saporiti) è stata un'illuminazione :-D

Ciboulette ha detto...

Che forti in questa veste "scura", le "solite" alici marinate, che adoro, e che non so perche' faccio cosi raramente (no, lo so perche', quelle che trovo di solito non mi piacciono)!
Ho linkato poi uno dei tuoi post sull'Umbria, ad averli ricordati prima! O forse mi sarei solo disperata visto il poco tempo che avevamo. Ciao!