24 ottobre 2007

RITORNO ALLA REALTA'

E già, purtroppo si torna di nuovo al lavoro, anche se il ponte di novembre è vicino e speriamo di farcelo in Umbria (ho un sacco di piante da sistemare per l'inverno).
E allooraaaaaa, visto che Alessandra già mi chiede il resoconto...... vai di reportage fotografico di Ischiaaaa (ISOLA DI CERMANIA).

Si parte da Pozzuoli (così si evita il traffico della tangenziale di Napoli e si effettua una navigazione più breve: circa un'oretta contro un'ora e mezza). Le premesse sono subito buone, visto che il tempo è bello e caldo e ci imbattiamo subito in due beneauguranti coppie di sposi che si fanno le foto di rito all'imbarco dei traghetti (per la verità io le foto le ho fatte soltanto ad una coppia, visto che l'altra era obbrobriosa e mi sono vergognato a fotografarla: arriva una Limousine lunga almeno 8 metri da cui scendono due orrendi ciccioni con indosso vestiti color crema... sono gli sposi !!! Oltre a loro scendono dalla Limousine due bambine di 7 o 8 anni, di cui una studiata scientificamente per misurare i limiti dell'elasticità della pelle umana, bruttissime anche loro (povere creature) con lo stesso vestito della sposa in miniatura (!), con tanto di rotoli di pancia al vento sotto il bolerino e cellulare in mano; con loro un bambino vestito anche lui con un frac "similpinguino" color crema. Era dai tempi di Fred Astaire che non ne vedevo di simili. Anche lui faceva tenerezza perchè i dolori ai piedi dovuti alle scarpe di vernice erano evidentissimi, viste le smorfie e la camminata claudicante. Roba da telefono azzurro!!!).
Nel giro di un'oretta e mezza respingiamo almeno una decina di venditori ambulanti di "tutto", dalle Lacoste (!!!) agli amuleti portafortuna, e di questuanti (una donna ci ha chiesto l'elemosina almeno 4 volte), e finalmente riusciamo ad imbarcarci: la vacanza ha inizio !!!

Sposi, fotografi e..... questuante slavo canterino

Il mare è calmissimo ed il sole caldo! Percui il viaggio è breve e piacevole: si arriva ad Ischia Porto ed in meno di mezz'ora, passando per Casamicciola, Lacco Ameno e Forìo, siamo già, con la macchina, dall'altra parte dell'isola (non potevo che scegliere QUELLA frazione di Forìo per la mia vacanza: la Frazione di PANZA !!!!! hahahahaha).

Pozzuoli a 180°
Tanto per farvi rosicare da subito ecco le foto del luogo che più di ogni altro ho frequentato durante la settimana di vacanza: la piscina termale dell'albergo! L'acqua della piscina esterna è di circa 35° mentre quella della piscina coperta è di circa 40°: questo permette di stare a mollo fino alla sera anche d'inverno, cosa che abbiamo fatto !!!
Lo so: proprio al centro della foto sotto, sul bordo sinistro della piscina, c'è la fontanella dell'acqua.... una delle più brutte che io abbia mai visto !!!! hahahahaha (ma è stata la cosa più fotografata del centro termale, soprattutto da un gruppo di turisti del nord Italia che le ha dedicato una intera serata tra sgignazzi e battute). Cliccate la foto e vedrete...
E queste sono tre vedute panoramiche della splendida Sant'Angelo (il posto in cui siamo stati più volte durante la nostra vacanza, anche perchè era a neanche 5 minuti di macchina dall'albergo). Ci ero già stato in barca a vela una dozzina di anni fa ma devo dire che l'ho ritrovata tale e quale.
Cliccate anche queste foto per godere del panorama.
Sant'Angelo a 360° (e oltre...)
E che dire del tramonto ???
L'unica cosa "nuova" che mi ha colpito di Ischia (o almeno non ci avevo fatto caso nella mia precedente vacanza qualche anno fa) è che tutti, ma proprio TUTTI, parlano tedesco in modo perfetto: dalla anziana fruttivendola di Panza ai terapisti, dal gestori del negozio di alimentari agli edicolanti. Per questo mi è venuto spontaneo definire Ischia "isola di Germania"
Equilibristi e curiosi...
E poi scorci di Sant'Angelo
Nel posteggio dell'albergo perfino un banano, oltre le mille agavi e fichi d'india dell'isola.
A trecento metri dall'albergo avevamo la possibilità di fare il bagno al mare in pieno ottobre: infatti proprio sul bagnasciuga della Baia di Sorgeto c'è una sorgente termale che sgorga alla bella temperatura di 82° centigradi, il che permette di stare a mollo anche di notte o in pieno inverno. Se non ci credete guardate questa tedescotta a bagno maria nell'acqua fumante...
Manco a dirlo la minuscola spiaggetta di scogli era gremita.
E questo era uno dei nostri svaghi di Sant'Angelo.....

6 commenti:

cannella ha detto...

Ettepareva che non ci mettevi la brioche...ma lo fai apposta!
Dov'e`la foto del cartello della frazione di Panza???

JAJO ha detto...

Zitta va, Monica, che non sono riuscito a farmela scattare: ogni volta che ci passavo davanti ci pensavo ma i cartelli erano sempre messi in piena curva e ad Ischia NON CI SONO PARCHEGGI !!! :-(

Comunque quella brioche la chiamavano "kranz", anche se non è un vero e proprio kranz: era tipo una classica brioche sicula ma dalla pasta molto compatta e piena di uvetta anche dentro !!! Slurppp !!! :-D

kix ha detto...

che meraviglia Jajo!!!
Mi è piaciuta di brutto S. Angelo con le sue scogliere, come al solito le porte e le finestre...(fantastica la scalinata della casa rosa...), e tantissssssimissimo quel tramonto dove non si vede il sole, ma solo qualche sfumatura rosa sull'acqua.
Bravissimo!!!

anna ha detto...

Fantastiche foto Jajo, tutte...spettacolari quelle del tramonto! Sant'Angelo è bellissima, e in ogni posto di Ischia c'è qualcosa che la rende speciale...vado a leggere gli altri post :-)

JAJO ha detto...

Francesca, una finestra era anche "incastonata" nel bel mezzo dello scoglio (se non ci hai fatto caso riguardati la foto) :-D

Grazie Anna, hai proprio ragione :-D

raffaella ha detto...

VOGLIO LA BRIOSCIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA E NON MI HAI PORTATO GNENTE PURE STAVOLTAAAAAAAAAAAAA TI ODIOOOOOOOOOOOOO
OOOOPSSSS..... mi ero dimenticata la moderazione dei commenti......