14 settembre 2008

2008: ODISSEA TRA I PARENTI (6) Lago d'Orta

Ed eccoci, purtroppo (forse non per voi, che vi siete cibati in religioso silenzio - o forse dormivate? - tutte le foto di questi ultimi 6 post), all'ultima tappa del nostro tour "padano". Si va a fare visita ad un cugino di Claudia sul meraviglioso Lago d'Orta. Orta è un paesino da fiaba, addormentato sulle rive dell'omonimo lago, tanto da apparire sospeso nel tempo: immagino che quando la nebbia sale dalle acque del lago sembri di essere a Brigadoon. Eppure, pur essendo di chiara impronta medievale e molto raccolto, mi sembra che lo spirito culturale sia fervente: abbiamo potuto notare, infatti, (pur non potendola visitare per l'esiguo tempo a disposizione) una mostra di 96 incisioni di Chagall che illustravano un'edizione del romanzo "Le anime morte" di Gogol (fino al 16/11/2008) e delle installazioni di sculture di Arnaldo Pomodoro nelle strade del paese (fino all'8/11/2008). Uno strano ma suggestivo connubio, questo, tra forme e materiali moderni e futuristici con l'aria serena ed ammaliante del luogo.
Che non fosse un luogo scontato l'avevamo scoperto quando, alle porte del paese, ci si è presentato davanti un .....minareto ! Un albergo dalle forme arabeggianti nel bel mezzo delle colline piemontesi !

Ma, appena entrati ad Orta sembra di trovarsi in un paesino della toscana, anche se qui i ciottoli sostituiscono il cotto. In effetti, come a Pienza, degli stretti vicoletti offrono delle suggestive viste sul panorama: qui il lago si sostituisce alla campagna toscana ma le sensazioni sono le stesse. La piazza di Orta, con un lato che affaccia proprio sul lago, i palazzetti affrescati (tra cui spicca quello proprio in mezzo alla piazza, il Palazzotto della Comunità, o Broletto, edificio del 1500) ed il selciato di ciottoli sono incantevoli (quante volte ho utilizzato questo termine nei miei ultimi post? Devo dire che l'ho fatto sempre a ragione...) Proprio di fronte ad Orta, a circa 400 metri dalla sponda, c'è l'Isola di San Giulio, quasi interamente occupata dall'abazzia benedettina, dove dal 1973 vivono circa 60 suore che si occupano di traduzioni di testi religiosi e del restauro di stoffe.
Luna "calante".......
Ed eccoci finalmente a casa dei cugini: non so se in questa giornata mi sia piaciuto di più il paesino, il tramonto sul lago (che tra poco vedrete) che si può ammirare dallo splendido giardino della loro casa o la semplicità, la simpatia e l'affiatamento di questa famiglia. Per me, che non li conoscevo, veramente una graditissima "scoperta".
Inizia lo spettacolo del tramonto.... e non posso non immortalare, con San Giulio sullo sfondo, sia Claudia...
che la suocera. Anche se Claudia è stata conquistata anche da.... Lampo. Gli splendidi colori (celeste, rosa, lilla, ciclamino) del tramonto vengono poi man mano soppiantati dallo scuro della notte, ma l'incanto del lago, se possibile, aumenta...

soprattutto se osservata dalla vetta del Sacro Monte, dov'è il complesso Francescano del 1500.

Dopo una veramente ottima cena casalinga (ma, ammetto, di livello veramente alto :-D), facciamo un'altra passeggiata per Orta. E viene davvero la voglia di non dover ripartire...

Questo è Palazzo Marangoni, o Casa dei Nani: il più vecchio edificio di Orta. Sembra, infatti, risalga alla fine del 1300.
Un grazie ed un arrivederci a presto va a tutte le belle persone che ho conosciuto in questa settimana. La promessa, infatti, è di tornare quanto prima!

18 commenti:

mammadeglialieni ha detto...

che bella orta! là non ci sono stata e mi sono persa qualcosa di veramente delizioso! hai ragione, sembra brigadoon! ti ho postato un commento di risposta su "i pilastri..."

JAJO ha detto...

Ciaoooo, Orta merita veramente una visita: il lago che lambisce le case, i monti che vi si specchiano al tramonto, tutte le lucine dell'isola..... un incanto !! :-D

Prez ha detto...

nonostante sia abbastanza vicino a me non ci sono mai stata. Malissimo!!!! devo correre ai ripari al più presto!!!

JAJO ha detto...

Ciap PREZ, direi proprio di si :-D
E, se puoi, vacci al tramonto....

P.s.: dimenticavo di dire che in paese non si entra con le auto (a parte pochi residenti) ma proprio pochi metri prima dell'ingresso in paese ci sono 2 grandi posteggi.

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Bellissime foto! Le abbiamo guardate insieme a Marco che come ti dissi ha vissuto per un certo periodo di tempo ad Omegna. Orta è incantevole, l'Isola di San Giulio al tramonto sembra un paesaggio da fiaba. Buon inizio di Settimana! Laura

Ciboulette ha detto...

Quanti bellissimi, INCANTEVOLI, fiabeschi posti ci sono in Italia che non conosco.....un reportage che un ente locale del turismo si sognerebbe!! :))
PS: Brigadoon....che facciamo una gara di "amarcord"????? :)))

essenza di vaniglia ha detto...

che incanto queste foto, quanti bellissimi posti!
gran bel "viaggetto"!!! :-)
buona giornata! a presto!

sunny ha detto...

certo che a guardare le tue foto viene voglia di prepararsi una valigia e prenotare un biglietto open destination!
Complimenti per le foto fantastiche ed i reportages che ci fai dei tuoi splendidi viaggi.

JAJO ha detto...

LAURA: buon inizio settimana anche a voi, e un bacione a MJ. Ha già ricominciato scuola ?

CIBOULETTE: non scherziamo :-D basta lasciarsi conquistare dai luoghi... Vedo che hai "notato" la parola: incantevoli.... hahahahaha
Ah.... Brigadoon...: ho gran voglia di rivederlo :-D

ESSENZA DI VANIGLIA: eh si, infatti ci siamo riproposti di tornarci, magari in incognito hahaha.

SUNNY: grazie del bel complimento. Allora spero di allietarvi ancora per centinaia di volte :-D

Lo ha detto...

Orta è fantastica e San Giulio è ancora più magica....a me fa senso solo la macchia di umidità che dicono assomilgi a Padre Pio....

JAJO ha detto...

LO: hai ragione :-D ....infatti non ne ho parlato :-D

Alex e Mari ha detto...

Ufffaaaaaaaa, son tornata :-((( In Svizzera non sono stata risucchiata, ma arrivare in maglietta e trovare 8 gradi non è stato facile! Ora, pian pianino, mi guardo tutte le foto del vostro viaggio. Io ancora devo visionare tutte quelle che abbiamo fatto insieme. È stato bello incontrarvi ... e non sarà stata certo l'ultima volta. Un abbraccio forte a voi due, Alex

JAJO ha detto...

Ciaooo Mein Liebes !!!! Non ti è arrivato il mio sms ieri ? :-(
Purtroppo da ieri fa abbastanza freddino anche a Roma ma sono sicuro che il caldo tornerà a breve, almeno fino a metà ottobre. Sono lieto che non siate state risucchiate tu e "Sister" :-D E' stato veramente un piacere conoscervi (e rivedere Francesca).
CERTO che non sarà stata l'ultima volta: abbiamo ancora "dei sospesi" da quell'INFAMONE DER FILETTARO !!!!!!
Un bacione a te e... buona ripresa :-D

P.s.: ma quanto ci impiegherai a sistemare tutte le cose che ti sei riportata "su" ?!? :-DDD

anna righeblu ha detto...

Sono incantata, Jajo!
Non mi aspettavo questo post... mi è servito a ricordare qualcosa che avevo quasi dimenticato.
Sono andata solo qualche volta a Omegna, che è sul lago d'Orta ma, hai ragione, quel lago e Orta trasmettono emozioni particolari!

Bellissime immagini, complimenti!!!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Yesss ha iniziato Lunedì, ora si fa due giorni di "vacanza" perchè domattina partiamo per Verona e lunedì inzia a pieno ritmo a tempo pieno. Così anche io e Marco possiamo ricominciare a frequentare le Terme Sensoriali. Un Bacio Laura

JAJO ha detto...

Ciao Lauraaaa, pesante la vita alle terme sensoriali eh ?!? Che vve pòssino..... :-DDD

Carmine Volpe ha detto...

complimenti pe ril reportage sul lago d'orta, ogni tanto i parenti servono a scoprire qualcosa

Alfa ha detto...

Complimenti per il reportage, che ho scoperto per caso.
Il Lago d'orta è veramente un bel posto per una visita e Orta è un paese davvero speciale.
attorno al lago fioriscono poi tante storie e tradizioni che vale la pena riscoprire...

Saluti!