03 agosto 2007

VACANZE 2007 - RITORNO A SIENA

E finalmente rieccoci a passeggiare per Siena (dove torneremo presto perchè c'è così tanto da vedere che soltanto il duomo ed il percorso culturale legato al Museo dell'Opera Metropolitana del Duomo, richiederebbero almeno una giornata). Ovviamente non ci sono parole per descrivere Siena, quindi mi limiterò a postare qualche foto.
Iniziamo dalla fontana del Leocorno (una delle celebri CONTRADE)
Portali e finestre senesi
La curiosa illuminazione di Siena (con i simboli delle contrade)
La Torre del Mangia...
...ed il sottostante Palazzo Comunale...
....con la Cappella di Piazza, eretta dai Senesi come ringraziamento per la fine dell’epidemia di peste che colpì la città nel 1348 (la cosiddetta peste nera), e sulla quale ogni volta si schiantano cavalli e cavalieri appena usciti dalla Curva di San Martino
Particolari della Cappella di Piazza La Torre del Mangia dal Cortile interno del Palazzo Comunale...
...in cui c'era una bella mostra, dedicata ai maggiori cantanti jazz, con vari pannelli fotografici
Ancora la curiosa illuminazione
E il retro del Palazzo Comunale, che si affaccia sulla bellissima Piazza del Mercato...
...sulla quale si affaccia anche questa loggetta...
...e questi balconi fioriti
Particolari della Cattedrale di Santa Maria Assunta, ovvero il Duomo
La Lupa, simbolo di Siena in quanto la città è stata fondata da Senio ed Aschio, figli di Remo e nipoti di Romolo
Interni del duomo (sul cornicione sotto i finestroni sono i Busti dei Papi, compresa la "Papessa Giovanna", che sono lungo tutto il perimetro interno della chiesa)
Particolari dei rosoni
L'ultima cena
Cupole del duomo
Il Fonte battesimale
Cupola di una cappella minore del duomo
Il pulpito, opera di Nicola Pisano
Particolari della splendida Libreria Piccolomini (che non contenne mai libri ma fu affrescata dal Pinturicchio con scene della vita di Papa Pio II°)
Particolari della volta della libreria
e della copia romana del gruppo scultoreo delle Tre Grazie, da originale greco Alcuni particolari degli splendidi affreschi del Pinturicchio...
...e dei codici miniati conservati nella libreria
Eccoci nella Contrada dell'Oca
ed ancora in Piazza del Campo
La Torre del Mangia è alta 88 metri !!!
Ogni angolo di Siena rapisce la vista...
...perchè è piena di curiosità
...di scorci particolari...
...anche riflessi nello specchietto di un motorino !! ...e c'è anche un'edicola incompiuta...
...o l'entrata di una cappella...




3 commenti:

nightfairy ha detto...

Bellissima, mi ha sempre attirato come città!

Vaniglia ha detto...

Ma Jajo...che flashhh! Capito da te per caso un po' sovrappensiero e dico..mah, tu guarda che robine familiari!!? Sarà che a Siena ci vivo da 3anni causa università!? Che tonta.. E vederla con gli occhi estasiati di chi ne vede tutte le novità mi fa sempre un certo bel effetto!Poi le tue foto sono spettacolari.. le luminarie ci sono quando in quei giorni c'è la festa nella contrada in questione, poi l'oca (che è la contrada della Gianna Nannini) ha appena vinto il palio di luglio quindi lì c'è un po' sempre baldoria! Bello bello bello questo reportage, complimenti!

JAJO ha detto...

In effetti è la terza volta che venivo a Siena ma, come ogni volta che passeggio per Roma (la mia città), ogni volta è come fosse la prima: la cosa fondamentale è camminare a testa in su (c'è sempre qualcosa da scoprire e pronta a stupirci) e, soprattutto, cercare di vedere anche le cose che ci stanno davanti tutti i giorni e che diamo per scontate.
:-D