11 aprile 2007

PASQUA, OVVERO...... ARS INGRASSANDI

Per quest'anno non ci siamo "abbacchiati" (nel senso che, stavolta, non abbiamo cucinato agnello, o abbacchio, che dir si voglia); ciò non vuol certo dire che non ci si sia ugualmente "attrippati"......
Dopo salamini e uova sode di rito, la pizza al formaggio di Claudia (ecco le foto della "creazione"),





Una volta impastati gli ingredienti va sbattuta molto e vigorosamente per farla areare, poi si mette a lievitare e si inforna (quest'anno Claudia ne ha fatte 5 !, con buona pace della vicina del piano di sotto alla quale, lo scorso anno, "cadevano pezzi di intonaco dal soffitto" quando Claudia sbatteva la torta sul tavolo !!!)


Una ha anche "strabordato": buona la calotta croccante :-P


Si prosegue con la lasagna della suocera (alta 7 centimetri !!! 10 strati !!!!)


E poi una ottima (e scrocchierella) porchetta al forno con patate


ed una altrettanto gustosa arista alla birra (fatta freddare, affettata e ripassata in padella con dei porcini).


Stendo un velo pietoso sui dolci...... anzi...... NO....


Più una bella macedonia, tutte le uova di cioccolato ed i beveraggi... ovviamente
Alla fine non potevo far altro che cadere in un sonno piombigno sul mio cuscino preferito




Per due pizze al formaggio da circa 800 grammi l'una:
1 KG di farina 00
5 uova
(almeno) 3 etti di pecorino romano (preferibilmente stagionato, così è più piccante)
1 etto e 1/2 di strutto
1 etto e 1/2 di olio
1 etto di lievito di birra (4 cubetti)
pepe
Fare la fontana con la farina ed amalgamarvi le uova, lo strutto (precedentemente sciolto in un padellino a fuoco basso), il pecorino grattugiato ed il pepe. Sciogliere il lievito di birra in circa 1 tazza di acqua tiepida e versare il tutto nell'impasto già sommariamente amalgamato. Lavorare il tutto per 5 minuti circa e poi sbattere con forza alcune volte l'impasto sul tavolo, per rendere la pasta liscia facendogli perdere aria. Volendo si possono aggiungere dei dadini di emmenthal all'impasto in modo che, una volta cotta la pizza, formino dei "tocchettini" saporiti all'interno.
Mettere l'impasto in due cilindri di carta da forno (quelli per il panettone, in foto, vanno benissimo) e far lievitare l'impasto fin quando avrà quasi raddoppiato di volume.
Infornare per circa 40' a 180°/200° (comunque verificare il grado di cottura infilando nelle pizze uno stecchino lungo - quelli da spiedino - e controllare che non sia umido una volta estratto).

4 commenti:

isabilla ha detto...

un po' peloso il tuo cuscino, o sbaglio? ;)
senti..ma non si potrebbe avere la ricettina della pizza di claudia, perfavore perfavore?

JAJO ha detto...

Peloso? Caldissimo, morbidissimo e... ronfante :-D

Faccio una aggiunta al post per la ricetta :-D

viaggi gruppi ha detto...

Molto gustoso . onsiglio per altre ricette anche questo sito di video ricette:
http://www.videomap.it

Pip ha detto...

Ecco qual'è il segreto, devo sbattere l'impasto e far tremare i vetri di casa! ;)
Grazie!