24 novembre 2009

PIZZA DI LIEVITO MADRE CON LA SCAROLA

Continuo a proporvi le ricette che ho visto realizzare alle Simili durante il loro ultimo corso romano. Mo' ho trovato 'sto filone e chi lo lascia più ! hehehehe
Invero alcune ricette (4 o 5) presentate al corso mi hanno stuzzicato più di altre e sono già alla terza realizzazione, dopo il
pane sfogliato e l'angelica dolce.
Ieri sera, infatti, è andata in forno la pizza di lievito madre. Un'ottimo modo per "impegnare" il pupo (leggasi "pasta madre appena rinfrescata") in caso i continui rinfreschi lo avessero fatto crescere più del necessario.

INGREDIENTI PER L'IMPASTO

500 gr. di pasta madre rinfrescata
300 gr. di farina 00

70 ml. di olio evo

70 ml di acqua tiepida

2 cucchiaini di sale fino

INGREDIENTI PER LA FARCIA

2 cespi di scarola
una manciata di capperi
due cucchiai di pinoli
100 gr. di olive nere al forno
uno spicchio d'aglio
olio evo
sale
pepe grattugiato al momento

PROCEDIMENTO


In realtà basta rinfrescare normalmente il lievito madre (che sia di almeno 400 grammi) e, una volta lievitato (dopo 3/4 ore), se ne tolgono circa 600/700 grammi, spianandoli a mano su una teglia da forno unta d'olio.
Io, invece, come al solito, ho cambiato le carte in tavola: ho preso 500 grammi di pasta rinfrescata e l'ho impastata nuovamente con i 300 grammi di farina, l'acqua, l'olio ed il sale. Ho fatto la palla e l'ho messa a lievitare circa 2 ore. L'ho poi spianata col mattarello, in quanto non era ancora lievitata completamente ed era ancora un po' compatta, ma talmente elastica da restringersi e voler tornare alla forma iniziale.
L'ho sistemata su una teglia da forno (che puo' essere unta o ricoperta con cartaforno) ed ho lasciato lievitare nel forno spento per circa 2 ore
(volevo infatti una pizza più "biscottosa", croccante e friabile, mentre facendo lievitare direttamente l'impasto per circa 4 ore si ottiene una bella pizza soffice ed alta, come vedrete tra poco da Antonella).
Nel frattempo ho fatto appassire i due cespi di scarola in padella con lo spicchio d'aglio (poi tolto), un paio di giri d'olio, un bicchiere d'acqua; quando la scarola ha iniziato ad appassire ho aggiunto le olive, i capperi dissalati sotto l'acqua ed i pinoli. Ho cotto altri 4 o 5 minuti e messo a scolare dal liquido di cottura.
Quindi ho acceso il forno a 250° (senza la teglia) e, dopo averlo mandato in temperatura, ho di nuovo infornato la teglia, non prima di aver creato con i polpastrelli delle fossette nell'impasto steso; l'ho poi spennellato d'olio e sparso sulla pizza una manciatina di sale grosso.
Ho cotto per 7 minuti, ruotato la teglia di 180° e cotto per altri 7 minuti.
A questo punto l'ho sfornata, ho cosparso la superficie della pizza con la scarola, le olive, i capperi ed i pinoli, ho dato un altro giro d'olio ed ho nuovamente infornato per 8 minuti, sempre a 250°.
Con i ritagli dell'impasto non utilizzati per la pizza ho fatto delle striscioline che ho mangiato appena uscite dal forno (dopo mezzanotte: sarà per questo che poi ho sognato di giocare a pallone con Cristiano Ronaldo e Torres, il centravanti del Liverpool ?) ed alcuni piccoli "cornetti" (che sono venuti belli soffici nella parte cicciotta e croccanti nei due "corni": strepitosi !!!

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Quando hai fatto il corso? noi nel mese di nov. il 12/13, ho capito poco, probabilmente mi mancano le basi, cerco di applicarmi, mah! preferisco leggere le vostre ricette e poi andare con Voi, mi sembra piu' semplice.
Ora che me l'hai fatto venire in mente devo anche pr4eparare l'Angelica, forse venerdi....
Bella la pizza.
diana

giusy ha detto...

ciao,sono qui per caso,
ma questa ricetta fa proprio per me!
ho sentito molto parlare di
questa pizza! la proverò presto.
salute giusy

pinar ha detto...

Jacopo che aspetto invitante! riguardo al sogno mi chiedevo hai mangiato solo la pizza o anche accompagnato da vinello?
ciao

Dida70 ha detto...

Ahhhh benone!
io riciclo le ricette 'romane' e tu quelle napoletane! godibilissima rivisitazione della nostrana pizza di scarole chiusa!
da provare assolutamente ... evitando gli spuntini notturni ah ah ah!!!
un abbraccio
dida
p.s.
che felice sarei se potessi avervi tutti a casa mia!

Paola ha detto...

che te possino!! Ti stai dando un gran da fare!! Bellissima comunque...le sisters non sbagliano un colpo!!

JAJO ha detto...

DIANA: ti ho risposto "di là" ma replico. Il corso l'abbiamo fatto il 6 e 7 novembre e l'angelica è abbastanza semplice (un po' come il tortano che ho fatto a Pasqua negli ultimi anni). Provaaaa !! :-D

GIUSY: benvenuta intanto. Il sapore in effetti mi ha stupito: trattandosi di quasi solo rinfresco pensavo fosse più forte. Se la vuoi può morbida falla lievitare almeno 4 ore...

PINA: per carità: a mezzanotte e mezza è bastata la pizza hahahahaha

DIDA: è o no, questa, la settimana del riciclo ? hahahahaha
Dai che prima o poi.... Magari ti porto giù anche la De Vincentis :-D
Ciaooo

Antonella ha detto...

Quanto mi piace la pizza con la scarola!
Pensa che da piccola,un giorno,ne ho mangiata fino alla nausea e per un po'di tempo,non ho potuto nemmeno sentirne l'odore ....
poi però, ho ricominciato....con gusto!:D
Domani posto anche io ;)
besos

Daphne ha detto...

panettonizzare no eh? :P

Rossa di Sera ha detto...

Jacopo, ma cedi che fai con questi post?! Mi fai venire voglia di pizza a quest'ora indecente! TRa l'altro amo la scarola, mi sa che domani faccio un salto al mercato!
Un bacione

JAJO ha detto...

ZEPPOLA: e senno' il corso che l'ho fatto a fare ? Mica stavo appupazzato, IO !!! hahahahahaa

ANTOOO: aspetto il post, sono curioso :-D

DAPHNE: sono previsti anche quelli (certo che p..le tre giorni di lavoro) ma il procedimento è lungo e, dovendo anche lavorare (hahahahahahahahaha questa fa proprio ridere...) mi toccherà farlo in un week end :-D

GIULIA: vedo già il carrellino pronto ed impaziente :-D

val ha detto...

Che buona la pizza con la scarola! Qui al nord-est purtroppo non è molto diffusa...mannaggia...

Posso invitarti ufficialmente a partecipare al mio blog-giochino natalizio?!? Ne sarei onorata.

a presto

Claudia ha detto...

Mamma mia tra te ed Anto.. siete uno spettacolo a sfornare pizze.. e pane!!!! Bene... così appena ci vediamo mi poterai un bel pezzo de sta pizza!!!!! haahahahahahah Bacioni e buon w.e. .-)
Ahhh quasi dimenticavo.. mancano 28 giorni a NATALE!!!!!!!

Luca and Sabrina ha detto...

Jajò, di la verità, i cornetti erano superlativi, visto la velocità con cui sono passati di fronte all'obbiettivo della macchina fotografica. Ci sa che sono il leggerissimo vapore che si intravede tra i ritagli.
Un bacio Luca&Sabrina
PS
Abbiamo riguardato la foto, non c'è nemmeno il leggerissimo vapore. Quei cornetti sono passati proprio velocissimi!

matrioskadventures ha detto...

buonissima, devo proprio provarla!

Pippi ha detto...

ohhh mi piacciono queste ricette con la pasta madre..........!!!!
:-)