05 maggio 2007

UN MERITATO APPLAUSO...

Non è vero che Berthe Morisot sia l'unica pittrice che mi piaccia, come ho detto un paio di post più "giù"; o, quantomeno, c'è una "contemporanea" che le tiene testa :-D

A parte gli scherzi, la mia amica VERONICA FERRARI mi ha fatto sapere che tra pochi giorni terrà la sua seconda "personale" in Via Margutta.
Questa non vuol essere una "pubblicità" ma se vorrete approfittarne per farvi una bella passeggiata in uno degli angoli più noti, tranquilli ed affascinanti della Città Eterna e per "gustarvi" le sue tele (ed il suo entusiasmo contagioso)...... ve lo consiglio caldamente: E' VERAMENTE IN GAMBA !!!!! (e non lo dico solo per amicizia, fidatevi).

PANCIONE PERMETTENDO ......

BLU

VERONICA FERRARI
22 - 26 Giugno 2007
Galleria dei Leoni
Via Margutta, 81



E ripropongo il post che avevo scritto un anno fa dopo la sua prima mostra personale (nella quale, sbalordendo anche lei stessa, le tele sono andate letteralmente a ruba!!)

Un meritato applauso...

...ad una simpatica ed estrosa amica, VERONICA FERRARI,

che nel campo della pittura sta facendo passi da gigante verso una meritata (speriamo) notorietà :-D
Per iniziare a farvi conoscere Veronica rielaboro brevemente alcuni stralci presi dal suo sito, integrandoli con qualcosa "di mio", dove vi invito comunque ad andare a dare un'occhiata per scoprire la particolarità e la bellezza delle sue opere:

"Da sempre amante del disegno, ha sviluppato la sua passione per la china, il carboncino e le matite traendo spunto da tutto ciò che le è capitato sottomano, dalle pubblicità sulle riviste alle immagini su depliants, giornali e fotografie. Solo dopo la laurea in Economia e Commercio, conseguita alla LUISS, e con l’appoggio complice di Alessandro, suo marito, ha iniziato a seguire i Corsi della Libera Accademia di Belle Arti, a Roma, dove è stata seguita dal maestro Lino Tardia, artista di pregio formatosi con i maestri Renato Guttuso e Saro Mirabella. La grande capacità di copiatura, sempre manifestata, la prepara ad affrontare la sfida delle nuove tecniche con sorprendenti capacità creative."

In effetti la "scoperta" che mescolando materiali in fin dei conti "semplici" quali gesso, sabbia e polvere di caffè, a pigmenti e colori acrilici, possa dar vita, su tela, a suggestioni ed effetti particolari, la porta a trovare nuovi spunti di espressione. Proprio la particolarità di saper coniugare elementi e materiali, solo apparentementi estranei alla pittura come generalmente la intendiamo noi "mortali", caratterizza le sue tele che, vi assicuro (e detto da me che ho sempre "creduto di essere un non amante della pittura astratta") sono veramente suggestive e coinvolgenti. Tanto che, dopo dura lotta, sono riuscito ad accaparrarmi una delle sue tele, "Riflessioni" (e vi confesso che, appesa in salone, mi piace ogni giorno di più :-D)



"Riflessioni" tecnica mista su tela


Il resto di Veronica vi invito a scoprirlo sul suo sito internet: secondo me, ripeto, ne vale la pena...



4 commenti:

rosso fragola ha detto...

adoro le persone creative, complimenti a Veronica, e a te Iaio :-))

estrosa ha detto...

Mi associo, in quanto "ferrarista" (nel senso di possessore di una tela di VeronicaFerrari) ai complimenti e agli auguri...... bravo Jacopino a tifare cosi' tanto.... certo che potevi anche metterci pure la nostra di tela, eh! Un bacione "estroso"

Francesca ha detto...

ciao Jacopo, intanto piacere di conscerti. Questa pittrice ha catturato la mia attenzione. Sono molto colpita. Magari potremmo parlarne meglio per email o msn, dimmi tu. E grazie.

JAJO ha detto...

Buongiorno Francesca, piacere mio :-D e grazie anche per la "capatina" sul mio blog, spero ti piaccia :-)
Sono sempre disponibile a parlare di Veronica, una cara amica ed un'artista (non lo dico per piaggeria o amicizia) che spero sia soltanto all'inizio di una lunga carriera piena di successi. In effetti le tecniche da lei usate sono abbastanza insolite, anche se altri artisti l'hanno preceduta in questo, ma delle sue opere mi piacciono molto gli accostamenti cromatici, il movimento delle forme e, soprattutto (anche conoscendo il suo carattere ed il suo entusiasmo) le "sensazioni" che vuole riprodurre su tela. Ho visto recentemente anche tele di altri autori con le stesse tecniche adoperate da Veronica ma ho trovato quelle tele un semplice "esercizio di stile", ordinarie e fredde.
Quando vuoi... sono qui :-D Ciaoo