15 giugno 2009

CINGHIALE MARINATO

Io l'avrei quasi voluto portare alla Locanda (e credo che "Die Deutsch" Lars ne sarebbe stato contento): poi, invece, hanno prevalso altri menù e... questo piatto di cinghiale ce lo teniamo buono per una prossima occasione....
Purtroppo, poi, ho solo la foto della marinatura "in corso d'opera" perchè il cinghiale va gustato caldo e, una volta spadellato, il passaggio nel piatto è troppo rapido per poter dar soddisfazione ad un (food)blogger, perdipiù affamato...
Comunque la marinatura che ho fatto era così composta:

mezzo bicchiere di olio evo (del Frantoio Tistarelli di Sarteano)
un cucchiaio di aceto balsamico (12 anni di invecchiamento)
mezzo cucchiaio di salsa di soia
il succo di mezzo limone
un cucchiaio di uvetta sultanina
un cucchiaio di pistacchi di Bronte tagliati a metà (quelli della caponata)
mezzo cucchiaio di bacche di ginepro
un misto di menta (giusto 4 foglioline) e qualche ago di rosmarino (fresco di balcone)
un pizzico del sale aromatico di Cindystar
una tritata di pepe rosa e di Sechwan
un chiodo di garofano
un bicchiere di vino rosso (ho usato un Rosso di Montepulciano), da aggiungere a metà marinatura)

Disporre i bocconcini di cinghiale in una terrina ed aggiungere gli ingredienti della marinatura precedentemente amalgamati in una ciotolina (da ultimo l'olio). Riporre in frigorifero per un paio d'ore (girando i bocconcini di carne un paio di volte) poi aggiungere il vino rosso e lasciar marinare coperto, ma fuori del frigo, per almeno un'altra ora.
Cuocere il tutto in padella per 30 minuti circa a fuoco medio e coperto.

24 commenti:

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Caro Jajo tanto di cappello a questo cinghiale che deve essere veramente ottimo! Baci Laura

Lydia ha detto...

Mammamia, Jacopo, questo cinghiale deve essere mondiale!!!!!
Io non ho mai cucinato il cinghiale, mi ha sempre spaventato, oltre al fatto che a Napoli non lo trovavo.
Ah dimenticavo, Roby ti manda bastonate da Ibiza

JAJO ha detto...

Ciao LAURA: come vanno gli studenti ? :-D

LYDIUZZA: avrei voluto metterci delle nocciole ma in questo periodo non sono un granchè: ho ripiegato sui pistacchi arrivati da Catania e devo dire che ci stavano niente male :-D

P.s.: Roby chi ? Quello di 17 anni ? hahahahaha

Sabrina ha detto...

Jacopo anch'io lo voglio fare...il padre del mio compagno è un cacciatore e ne ha il freezer pieno!
Buono...
buonanotte!

Ciboulette ha detto...

Per chi non se la sente di andare ad uccidere un cinghiale (o il mmcellaio ce non te lo vende) come si fa??? Si usa questa marinata favolosa con un altro tipo di carne (peppsi Sichuan a parte, ancora un miraggio)??? :))

Ciao!

Solema ha detto...

Una ricetta a dir poco, FAVOLOSA!!!

enza ha detto...

jajo io ne ho mezzo in freezer regalo di un paziente cacciatore di mio marito che credeva di farci cosa gradita.
me lo cucini tu? io proprio non ce l'ho nel dna

JAJO ha detto...

SABRINA: ma hai dei parenti strepitooosii !!!! Ma per una ricetta più "politically correct" usa nocciole e castagne al posto dei pistacchi :-D

ELVIRA: ma si, dai (a parte che il cinghiale l'ho già trovato "accoppato e impacchettato" al supermercato) la puoi usare anche con uno spezzatino tenero...

SOLEMA: graazieeee !!! ^_^ Ed è pure veloce (marinatura a parte)

ENZA: ma avete tutti un cinghiale in freezer ? hehehehe Dai prova, magari "ci fai pace" :-D
Un bacione !

Claudia ha detto...

Io non l'ho mai cucinato! ma l'ho mangiato ed è una carne fantastica! come lo è questa tua marinatura.. chissà che buon sapore dopo la cottura!!! bacioni

Paola ha detto...

Ecco mi aggrego al gruppo no cinghialino, però la marinatura è interessante...
E poi dai lo potevi portare alla locanda, non c'era quasi niente da mangiare!!!:))

Elisakitty's Kitchen ha detto...

MMH! Ma che buono deve essere!
Con questi ingredienti immagino già il gusto! Bella idea quella di aggiungere i pistacchi e l'uvetta!
Promosso il tuo cinghiale!

JAJO ha detto...

CLAUDIA: lasciandolo marinare tutta la notte nel vino rosso è ancora meglio :-D

PAOLA: hai proprio ragione: parole sante ! Infatti pensa che ho perso un chilo e due alla locanda (però ho trovato un paio d'occhiali hahahahaha). La prossima volta lo porto (per il Principe e il Tedesco) :-D

ELISA: devo dire che l'azzardo dei pistacchi non è stato negativo ma l'ideale sono le nocciole :-D
Comunque una specie di agrodolce...

Fra ha detto...

Deve essere stato eccezionale...prendo nota che i miei hanno mezzo cinghiale in freezer ;D
Un abbraccio
fra

Precisina ha detto...

O' tedesco è meglio che non veda!!! Mooolto meglio...
N

JAJO ha detto...

FRA: ma i cinghiali vanno proprio a ruba :-D

NADIA: ed invece glielo ho già promesso: al prossimo raduno..... :-D

elisa ha detto...

capisco che l'hai gustato caldo ma una fotina cotto no??Il solito ingordo..
scherzo Jajo!!chissà che buono!!

Gunther ha detto...

un piatto che mi ha fatto venire una fame, che ricettona bella gustosa, io neanche lo trovo il cinghiale qui settimana prossima sono in toscana e mi rifaccio, ciao

Antonella ha detto...

Avresti voluto....ma non hai parlato....:PP
Io e il poeta avremmo gradito ;-9

Anna Righeblu ha detto...

Dev'essere ottimo... e con quell'olio... Non immagini quante volte, ultimamente, passo davanti a quel frantoio.
Ciao, un saluto a Claudia

JAJO ha detto...

ELISA: proprio non ho fatto in tempo :-D Ma la prossima volta la scatto, promesso :-D

GUNTHER: troppo bella la Toscana in questo periodo: sfogati e divertiti !!! :-D

ANTONELLA: tu e il poeta mi pare abbiate gradito tutto hehehehe Sarà per la prossima volta :-D

ANNA: hanno tre tipi di olii extravergine: quello che ho usato per la marinatura era il "cru"
Un salutone anche a voi :-D

Pippi ha detto...

che meraviglia deve essere stato!!!! solo l'elenco degli ingredienti per la marinatura mi stuzzica l'appetito eheh

JAJO ha detto...

PIPPI: in effetti il cinghiale è la carne ideale per queste marinature (mi piace molto :-D)

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Sai che non so se mi piace il cinghiale. Non ricordo di averlo mangiato, almeno non consapevolmente.

La marinatura però è da sballo. Dici che con un maiale tetesko va bene lo stesso??
Baci
Alex

JAJO ha detto...

Ciao LIEBES, è da stamattina che cerco di entrare nel tuo blog ma mi si impalla tutto (ma dipende dal mio computer, non ti preoccupare :-D). Provalo il cinghiale, dai: in fondo ha una carne dal retrogusto "animalesco" ma meno dell'altra cacciagione: secondo me coniglio e volatili sono più "difficili" come gusti.
Comunque provala con un buon spezzatino (tenero) o con il maiale (ce lo vedo un po' meno però).
Bacioooo.

E dammi notizie della Sister !!!