01 giugno 2009

I "MIEI" PACHINO SPADELLATI

Non so perchè ma (il marito di) qualcuno continua ad attribuire a me questa ricetta...
Ragion per cui....... ecco i
MIEI
pachino spadellati !
Ovviamente la ricetta base è la sua ma, per renderli definitivamente "miei" ho cambiato un paio di cose...
Ho fatto un paio di giri d'olio in una grande padella e vi ho messo circa 1,2 kg. di pachino lavati ed asciugati (devono formare un solo strato, per questo la padella deve essere molto grande). Ho poi salato ed acceso il fuoco al massimo per circa 4 minuti, coprendo la padella con un coperchio (i pachino devono "creparsi", scoppiettando, ed iniziare appena ad appassire, ma devono rimanere al contempo croccanti).
Dopodichè si da una mescolata veloce ma delicata (per non romperli troppo) e si lasciano freddare.
Nel frattempo si prepara una salsina con poco più di mezzo bicchiere di olio evo (in proporzione ai pomodori: essendo i miei quasi un chilo ho usato questa quantità d'olio), un grosso spicchio d'aglio tagliato in piccoli pezzetti, una manciata di foglie di menta romana, una di prezzemolo, una di basilico (io ho due piantine: una più amara ed una più profumata ed ho utilizzato entrambe) ed una spolverata di origano, oltre che "un'ombra" di pepe.
Si versano i pomodorini oramai freddi, insieme a tutta la loro acqua di vegetazione (cacciata in cottura), in una terrina abbastanza grande, si aggiunge la salsina aromatica e si mescola il tutto, lasciando per un'altra oretta a riposo.
Vi avverto che i pomodorini sono spariti così come è sparita una pagnotta e mezza di pane !!! Quindi premunitevi...
Grazie Antonella !!! :-D
Posta un commento