09 luglio 2009

"RAGNO/GRANCHIO" DI MOSCARDINI CON ZUCCHINE, FORMAGGIO E PINOLI

In attesa delle foto ischitane vogliate gradire uno stuzzichino goloso... (tanto lo so che a voi di Ischia non ve ne importa niente e che pensate solo a mangiare..... come me, del resto :-D).
Lunedì scorso ho trovato in pescheria 3 moscardini (belli giganti, in verità) e, dopo il soggiorno a Pithecusa, avevo proprio voglia di "sapore di mare" (ancora !!!): ho quindi "riadattato" un procedimento di cottura che vorrei provare con dei moscardini più piccoli, se riuscissi a trovarli !!! Pare strano ma dal pescivendolo li trovo rarissimamente come li vorrei io :-/
Li ho quindi farciti con dadini di caciotta, parmigiano, zucchine e pinoli (pitecusani anch'essi, belli cicciotti e saporitissimi).
Ho lavato, pulito e "spellato" (purtroppo erano "nature", con tanto di beccuccio, occhi e sacche interne) i moscardini ('na faticaccia) lasciando intere le teste, mentre ho tagliato a pezzetti di circa 2 centimetri i tentacoli. Ho tagliato due zucchine non troppo grandi a dadini e le ho spadellate con un filo d'olio, uno spicchio di aglio in camicia, leggermente schiacciato, ed ho lasciato cuocere a fuoco basso (con coperchio) per circa 15 minuti, non dopo aver aggiunto un mezzo bicchiere di Anima, un ottimo Trebbiano d'Abruzzo di Marramiero, trovato ad Ischia e doverosamente portato a casa (pare strano ma a Roma si trovano soltanto i pur ottimi "Inferi", il "Dante Marramiero" e l'"Altare"). Nel padellino con le zucchine ho aggiunto anche 6 fagiolini che, mi servivano per guarnire. Una volta intiepidite le zucchine ho aggiunto dei piccoli dadini di caciotta fresca, un po' di parmigiano grattugiato, i pinoli ed ho amalgamato il tutto; ho riempito con il composto le teste dei moscardini e, dopo averle chiuse con degli stuzzicadenti, le ho cotte (dopo aver tolto l'aglio) per pochi minuti nel padellino dove avevo fatto appassire le zucchine. Ovviamente in questa fase le teste dei moscardini si gonfiano con il calore ed il formaggio fuso, qualche pezzetto di zucchina ed alcuni pinoli fuoriescono nel padellino: lasciateli lì. Dopo circa 5/6 minuti ho tolto le tre teste ripiene e le ho tenute in caldo in una ciotolina mentre nel padellino, dov'erano rimasti un po' di formaggio fuso e di zucchine, ho aggiunto i pezzetti di tentacoli: ho lasciato cuocere, mescolando per non far attaccare il tutto, per altri 2 o 3 minuti e poi ho impiattato (sopra una leggera cialdina di parmigiano) il "ragno/granchio. Sapooooreeeeeeee....
Posta un commento