24 luglio 2009

TORTINO DI ALICI

Velocissimo velocissimo post (ed anche la cottura in forno, perchè di questi giorni è un vero atto di masochismo metterlo in funzione).
Ho trovato delle aliciotte belle belle al mercato del pesce e non me le sono fatte scappare, perchè questo tortino, in effetti, si può consumare anche a temperatura ambiente, magari facendo i fagottari in spiaggia (non dimenticate, in questo caso, una bella fetta di cocomero)
Anche se io le alici, in assoluto, le preferisco infarinate e fritte (ne potrei mangiare a decine) oppure sotto forma di filetti sott'olio su una bella fetta di pane e burro... MITICHE !
Per 2 persone circa 500 gr. di alici, alcuni pachino, una manciata di pangrattato, qualche cappero, se volete delle olive nere, ed un pizzico di sale con un filo d'olio. La cosa più lunga è stato pulirle ed aprirle a libretto.
Si fodera uno stampo (questo è da 18 cm.) con carta forno, si getta un pugnetto di pangrattato sul fondo e si da un giro d'olio. Si dispone uno strato alici, appunto aperte a libretto, altra spolveratina di pangrattato, delle fettine o degli spicchi di pachino, alcuni capperi dissalati e, se volete delle olive nere tagliate a metà, giro d'olio e pizzico di sale e via con un altro strato di alici... il tutto va ripetuto almeno 3 volte.
In forno a 180°/200° per 15/20 minuti ed il tortino è pronto ! Ma, come ho detto, è buono anche freddo (si può preparare la sera e magari portarselo davvero in spiaggia il giorno dopo).
Con questo tortino volevo partecipare alla raccolta di GialloZafferano ma, come previsto, non ho fatto in tempo a rispondere all'invito della gentilissima Deborah... Spero in una prossima occasione.



Posta un commento