30 luglio 2009

FUSILLI CON MOSCARDINI RIPIENI

Finalmente la scorsa settimana, alleluia alleluia, ho trovato i moscardini come li volevo io: non è che cercassi una mosca bianca, semplicemente volevo i moscardini di media grandezza, nè quelli piccoli piccoli (ottimi per una frittura) nè quelli giganti (buoni da far ripieni come i calamari). Si, perchè avevo in mente di farli "ripieni", tanto lo sapete bene che non sono normale ! In particolare volevo realizzare un'idea che mi frullava in testa da un po': farcire le teste dei moscardini con olive, pinoli, pomodoro e capperi !
Quindi, dopo aver pulito e svuotato bene i moscardini, stando attento a lasciarli interi (a qualcuno ho solo allargato l'incavo della testa di un mezzo centimetro), ho lavato e tolto una piccola calotta (circa un quinto del pomodorino) a dei pachino; li ho scavati con un cucchiaino e li ho poi, a loro volta, riempiti con un'oliva nera, non prima di aver messo al posto del nocciolo un cappero e due pinoli; ho quindi messo il pomodorino nella testa del moscardino ed ho chiuso con uno stecchino. Piccola ulteriore concessione al gusto: ho passato velocemente in un misto di pangrattato e prezzemolo tritato sia le olive, prima di infilarle nel pomodorino, che i pomodorini stessi prima di metterli nel moscardino.
La cosa importante da tener presente e che, in fase di cottura, il moscardino tende a ritirarsi; quindi, per non far fuoriuscire tutto il ripieno dalle teste, in cottura, verificate che il pachino "ci stia comodo".
Dopo averli farciti ho fatto una base con uno spicchio d'aglio in camicia, un giro d'olio e dopo un minuto ho versato in padella 5 o 6 pomodori pelati, schiacciandoli con la forchetta. Dopo qualche minuto ho aggiunto mezzo bicchiere di Trebbiano d'Abruzzo e dopo altri 3 o 4 minuti i moscardini (un paio a persona di quelli "farciti" e gli altri a pezzetti); ho aggiunto assieme ai moscardini, nel sugo, anche qualche pachino tagliato a metà, qualche oliva nera, pinoli e capperi.
Ho lasciato cuocere per neanche 10 minuti ed impiattato.
Con il ragu di moscardini io ho condito dei fusilli, ma anche come secondo non sono niente male.
La foto non è un granchè (accontentatevi) perchè le solite iene, prive dello "spirito del foodblogger" ma dotate di congruo appetito, smaniavano per divorarseli.

Al centro del piatto c'è uno dei moscardini farciti aperto a metà per far vedere il ripieno (ma ammetto che su questa foto non si vede tanto... comunque era proprio saporito :-D)


Posta un commento