02 agosto 2009

CAPRESE DI MARE (COPIATISSIMA MA RIADATTATA)

Ammetto che l'ispirazione me l'ha data "lei" qui.
Subito qualche rotellina si è messa in funzione nel "ciriveddro" per immaginare questa portata come un antipasto-finger food...
Intanto butto giù l'idea, da perfezionare, ma come inizio promette bene...
Mozzarella di bufala (quella "vera", non quella a latte misto), magari "tagliata" tonda con un piccolo coppapasta (l'ideale sarebbe fare un dischetto di mozzarella di bufala grande come una fettina di pachino), qualche goccia di olio buono extravergine, qualche cristallo di Sel de Guerande, un gamberetto (o un piccolo scampo) "a nudo" schiacciato, ma non troppo, con un batticarne tra due fogli di carta da forno, una fetta di pachino, una fogliolina di basilico (o di menta, ma è pur sempre una Caprese no !?!) ed un'olivetta nera con dentro 3 pinoli. Altre, poche, gocce di extravergine e via....
Io l'ho accompagnata a dei gamberi grigi dell'Atlantico (ma sarebbero più adatti, per sapore e consistenza, dei gamberi rossi nostrani, magari anche di fiume: ottimi quelli dei torrenti intorno al Trasimeno) fatti marinare un'oretta scarsa a temperatura ambiente in olio, limone, polvere di buccia di agrumi, mandorle a scaglie, pinoli, pepe rosa e pepe di Sechwan: una volta tolti dalla marinatura una grattatina leggerissima di sale dell'Himalaya ed ancora 3 o 4 gocce di olio extravergine. Buona spizzicata !!!

Da oggi, grazie alla MITICA IOLE, potrete anche stampare i miei post !!!
Posta un commento