22 maggio 2009

GRANDE FORNELLO 1 - BACKSTAGE DELLO SPIGNATTAMENTO

Non temete, questo sarà il penultimo post sul raduno dei blogger epicurei alla Locanda Settimo Cielo di Lubriano (non ci posso pensare che è già passata una settimana...).
Però questi due ultimi post sono i più importanti, in quanto testimoniano come abbiamo spadellato e come abbiamo presentato le nostre cose (poi abilmente spolverate in un attimo).
Quindi ancora bando alle ciance e largo alle immagini del "backstage dello spadellamento"...
Intanto.... sarò capitato nel posto giusto? SIIIIII: vedo una tipica foodblogger "all'opera" con la Linzer Torte di Paola...
Intanto i primi arrivati brindano con un prosecchino al nuovo incontro ed alla bella cucina...
...dove magari si comincia a prendere confidenza con amici che si conoscevano solamente tramite "tastiera" o, al massimo, cellulare. Ma il clima è subito idilliaco...
e si cominciano a gettare le basi per il giorno successivo: quello che veramente ci vedrà impegnati ai fornelli. Intanto, però, c'è un vero ragù napoletano da far "pippiàre" ore ed ore, quindi venerdì pomeriggio Paola ed Ady iniziano subito a prepararlo. Olio (quello "buono" del cognato di Ady), fette di pancetta spesse 1 centimetro, salsicce, macinato per fare pure le polpettine (aaaahhhhhh: per un'incomprensione non abbiamo lo spezzatino !!!), ricotta, mozzarella di bufala.... niente da dire.... iniziamo proprio con il passo giusto !
E, nel frattempo, si iniziano a sistemare le cose che abbiamo portato già pronte da casa per la cena del venerdì e la colazione del sabato (perchè non sia mai che un foodblogger si abbassi a mangiare dei biscottini industriali con una tazza di latte !!!!! Infatti il latte ce lo siamo praticamente riportato tutto a casa perchè a colazione abbiamo mangiato delle splendide fette di torta o le Macine (meglio di quelle "vere") preparate da Antonella: praticamente il latte non lo abbiamo toccato, limitandoci ad una tazzina di caffè...
Intanto però si sgranocchia: si, perchè i formaggi portati da Ady dall'Abruzzo sono irresistibili...
Quindi, come detto, diamo inizio alle danze: qui la nostra Olivia Newton John delle padelle (notare il piedino a passo di danza) imbastisce il discorso ragù !

Sempre con il sorriso sulle labbra...: grandi mangiate ci attendono (ma come fanno 'ste ragazze a cucinare così e ad essere sempre in forma perfetta ?!?)

Claudia segue la preparazione del ragù, visto che poi il giorno dopo aiuterà Paola a preparare le polpettine da inserire nella lasagna napoletana.

Intanto si continua a gozzovigliare e spizzicare...
ed anche i "mariti inutili" iniziano ad avvicinarsi ai fornelli...
AHOOO !!! Scherzando e ridendo s'è fatta ora di cena hahahahaha
Allora iniziamo a tagliare i formaggi abruzzesi ed il cenerino che ho portato da Castiglion del Lago,
e mentre Giulia si occupa della tavola (dove compare ai posti d'onore anche la sua fantastica torta gastronomica finlandese nella versione con i salumi... anche se io impazzisco per quella al salmone), io e Franco iniziamo ad affettare anche i salumi...
Io il salame di cinghiale al tartufo (sparito in un attimo, come un fazzoletto in un gioco di prestigio)...
e Franco si occupa della lonza, del prosciutto e degli altri salumi (mitiche le salsicce che Ady ci ha portato: tenerissime o conservate o sott'olio o nella sugna!!!)
E finalmente arriva il gran giorno: dopo una veloce colazione (abbiamo tutti voglia di iniziare a spignattare) si comincia ! Claudia e Paola iniziamo a preparare le polpettine per la lasagna (e il ragù viene messo di nuovo sul fuoco a pippiàre per qualche altra ora....
E, nel solito trambusto (con il disturbo di qualche marito che cerca di spizzicare qualcosa già di buon'ora) l'unica professionale e concentratissima è la mitica Nadia.
Notate la concentrazione e la precisione (e mica si chiama Precisina per niente eh !?! :-D). In effetti è pronta a stupirci con effetti speciali: la sua frittura (di carciofi, fiori di zucca con alicetta e ricotta "...perchè la mozzarella rimane troppo gnoccosa..." e le punte di asparagi) è subito una sorpresa: si, perchè prepara la pastella con acqua gasata fredda (purtroppo non avevamo il ghiacccio) e con del lievito madre... Incredibile come rimanga soffice una volta fritta !!! Grande Nadia !!!! Cindy inizia a preparare l'aperitivo (prosecco e fragole... 'na goduria !!) e l'impasto per i grissini con le cipolle ed Ady da una mano a Nadia con la frittura (poi farà lo stesso con me per le melanzane).
La Maestra al lavoro: ci si incanta a vederla all'opera (a me questa foto piace molto... rubata in un attimo...)
Finalmente "'o rraù" è quasi pronto... (ancora pippìa... si vedono le bolle...)

ed allora ci si sbriga a completare la frittura di Nadia per passare poi alla mia: devo friggere 3 padellate di melanzane tagliate a tocchetti piccoli ed infarinate per la caponata che farò nel pomeriggio. Meno male che Ady mi da una mano friggendo la prima padellata mentre io infarino le altre melanzane...

E finalmente (tutte le altre foto delle varie preparazioni le avete già viste negli altri blog delle mie amiche cuoche perciò ve le risparmio :-D) siamo qualcuno un po' stanchino ma tutti pronti a confrontarci, darci giudizi, scambiarci impressioni o "dritte" ma, soprattutto, farci i complimenti: tutto ottimo !!!
Mentre i soliti "mariti inutili" sono già seduti in attesa di mangiare e dare giudizi...
E' finalmente domenica (e che domenica sarebbe senza lasagna !?! :-D); quindi, mentre io faccio la guardia alla seconda teglia, Paola attacca frontalmente la lasagna napoletana: Marònn 'e ro Càrmene...... ALLA GRANDE !!!


Posta un commento