06 ottobre 2010

PASTA AL PESTO TRAPANESE BIANCO e "DANNI" SICULI

E rieccoci qui, a parlare anche un po' di cucina (che altrimenti vi stufate delle troppe foto e non tornate più a trovarmi).
A Punta Secca (piccolo ed abbastanza anonimo paesino marinaro ad un tiro di schioppo da Marina di Ragusa, che ha però il merito di essere famoso per via della cinematografica "Casa di Montalbano" e della baia - per me bruttina, molto meglio quella dall'altra parte del porticciolo - dove il camilleriano commissario è solito nuotare indisturbato) siamo stati diverse volte perchè il mare era più limpido e tranquillo che non alla spiaggia del nostro villaggio turistico.
Ed a Punta Secca, oltre al faro "vero", utile ai naviganti, che tra l'altro si erge proprio al centro della piazzetta centrale del paese, abbiamo trovato il nostro "faro gastronomico" siculo, il "SAND": un nuovissimo ristorante (ha aperto a luglio 2010), moderno e che punta molto sull'estetica delle stoviglie e dell'arredamento, tanto da essere definito dal suo staff "Design restaurant".
Non ce lo aspettavamo, un simile ristorante, in un paesino così piccolo, eppure è stato il posto che ci ha dato le migliori emozioni gastronomiche, tanto che siamo diventati degli abituèe. Il SAND è gestito da ragazzi in gamba e pieni di voglia di fare strada: e se il buongiorno si vede dal mattino... la faranno !

Proprio qui ho gustato una pasta con pesto trapanese, seppur senza pomodoro, che mi ha conquistato il palato per il perfetto equilibrio dei sapori: il basilico, così come l'aglio e i capperi, non era predominante; ho percepito poi una leggerissima punta di menta (e forse addirittura di zucchine! tanto per alleggerirlo un po'), di limone, il sapore di buonissime mandorle tritate finissime (tipo pangrattato, per rendere l'idea) e, proprio alla fine dell'ultimo boccone, un vaghissimo sentore di alicetta, messa a sciogliere nel soffritto d'olio (peraltro assolutamente delicato).
Quindi cosa potevo fare, una volta tornato a casa a Roma, se non ...tentare di replicarlo !?
Ho tirato fuori una bustina di mandorle prese a Marzamemi (terra di... "danni economici": ci siamo addirittura fatti spedire direttamente a casa il pacco dei tanti prodotti acquistati dopo averli scelti personalmente in quel paradiso del palato che è Campisi).

IMG_3568

IMG_3566

IMG_3565

Non avendo l'aglio di Nubia, ma un volgaraccio aglio "romano" (ma chissà poi da dove proviene), il suo sapore ha prevaricato leggermente, pur avendone messo soltanto mezzo spicchio: quindi vi consiglio, per questo pesto, un aglio buono, delicato e profumato, un olio "serio" ma delicato anch'esso, e, possibilmente, materie di prima qualità.
Ovviamente ho fatto le mie piccole variazioni per ottenere il

PESTO TRAPANESE "BIANCO" DI JAJO


INGREDIENTI (per 4 persone o 1/2 chilo di pasta):
1 spicchio d'aglio (piccolo e delicato)
1 mazzetto di basilico fresco
40 mandorle di Avola sgusciate
10 capperi dissalati
10 foglioline di menta fresca
1 rametto appena di prezzemolo
(o, volendo, anche mezza zucchina)
mezzo cucchiaio di succo di limone
2 alicette sott'olio
4 pachino essiccati (made in Campisi)
1 bicchierino scarso di olio e.v.o.

PROCEDIMENTO: ultrasemplicissimamente ho messo tutti gli ingredienti, nella vaschetta del tritatutto, tranne le mandorle (che volevo tenere "a granella") e l'olio (di cui ho messo solo mezzo bicchiere), e li ho tritati per qualche decina di secondi
Non c'è bisogno di aggiustare di sale intanto perchè il pesto deve rimanere un po' fresco e dolce e poi perchè l'alicetta, i pachino essiccati ed i capperi danno già la giusta sapidità.
Ho aggiunto a questo punto le mandorle ed ho tritato il tutto ancora per una quindicina di secondi.
Queste sono due cucchiaiate del risultato...

IMG_3572

IMG_3579

IMG_3575

Devo dire che "l'originale" è imbattibile per perfezione ed equilibrio (secondo me usano però farina di mandorle perchè l'aroma delle stesse era "troppo" profumato per essere di mandorle fresche) ma è un pesto che sicuramente riproporrò spesso.

P.s.1: al SAND servono la pasta al pesto trapanese, come da tradizione, con sopra dei gamberetti fritti (ottimi ! Che ve lo dico a ffa' !!!???!!!).

P.s.2: featuring "Fusilli corti bucati" Voiello.





Posta un commento