20 maggio 2010

TARTUFI SU MOUSSE SPEZIATA DI BANANE

Questo può essere un secondo dessert, forse addirittura più gourmet del precedente, anche se senz'altro più difficile da smaltire per la "Cenetta gourmet per 2 a soli 15 €" di Giulia.


E si, ho ancora un sacco di cioccolato delle uova di Pasqua da smaltire e, prima che arrivino i "primi" caldi (anche se poi, come ogni anno, il caldo afoso, a breve si spera, arriverà tutto d'un colpo) vorrei dare fondo alle scorte.
Proviamo ad iniziare da una cosina coccolosa e coinvolgente come dei tartufini di ganache al limoncello (ma andrebbero altrettanto bene anche rhum, Strega, caffè nero o whisky) su una mousse di banane speziata.

TARTUFI SU MOUSSE SPEZIATA DI BANANE


INGREDIENTI:
PER LA GANACHE (per circa 12 tartufi):
cioccolato fondente 300 grammi
(da uovo di Pasqua o blocco Perugina)
panna liquida (circa 130/150 ml.)
un cucchiaio di limoncello (o rhum, Strega, caffè, whisky)
polvere di cacao

PER LA MOUSSE:
2 banane di media maturazione
2 cucchiai di zucchero di canna
un cucchiaino di polvere di spezie
(cannella, chiodi di garofano, zenzero)
mezzo cucchiaio di limoncello
(o altro liquido aromatizzante, vedi sopra)

PROCEDIMENTO:
PER LA GANACHE: tagliare a piccole scaglie, con un coltello o una mannaia, il cioccolato e farlo fondere a bagnomaria senza portarlo a temperatura troppo alta (circa 40°); temperarlo con una spatola di metallo, dopo averne versato i due terzi su una teglia da forno o su una lastra di marmo (per chi la ha), fino a fargli raggiungere la temperatura di 28°.
Indi (termine che fa molto "chic") rimescolarlo al rimanente cioccolato fuso (ancora caldo) fino a fargli raggiungere la temperatura di 32°.
A questo punto, desiderando avere una ganache di compattezza abbastanza "sostenuta", ho aggiunto al cioccolato la panna liquida, a temperatura ambiente, mista al liquido aromatizzante (per una ganache più "cremosa", più adatta come ripieno per dei cioccolatini, avrei dovuto aggiungere la panna dopo averla scaldata, ma senza averla comunque portata ad ebollizione). Ho mescolato per un paio di minuti fino ad ottenere un composto omogeneo (se desiderate la ganache ancora più compatta potete aggiungere il liquido aromatizzante a questo punto: la ganache "legherà" ancora di più).

PER LA MOUSSE: mentre la ganache si raffredda un poco, per poterla lavorare a mano, tagliate a rondelle di circa un centimetro le due banane e fatele appassire, in un pentolino antiaderente, con lo zucchero di canna, il mezzo cucchiaio di liquido aromatizzante (a vostra scelta), un cucchiaio d'acqua ed il cucchiaino di polvere di spezie (io preferisco aromatizzare direttamente lo zucchero di canna mescolandone circa 100 grammi con un cucchiaio di polvere di spezie e lasciandolo "decantare", mescolando di tanto in tanto, per qualche giorno). Dopo circa due minuti di cottura a fuoco medio trasferire il tutto nel bicchiere del minipimer e frullare per una decina di secondi, formando una mousse morbida e senza grumi.

ASSEMBLAGGIO: lavorare la ganache con i palmi delle mani fino a formare delle palline, che rotolerete poi nella polvere di cacao.
Disporre le palline in una ciotolina o su di un piattino nel quale avrete messo, come fondo, un paio di cucchiai di mousse speziata di banana.
Guarnire i tartufini con accanto un paio di ciuffi di panna montata e qualche scaglietta d'oro (tanto per continuare a tirarsela un po' hahahahahaha).

Sembra uno scherzo ma io (e Claudia) e questa signora ci stiamo rincorrendo da una decina di giorni con le ricette: telepatia ? ^_^

Posta un commento