11 marzo 2010

SORELLE NURZIA - LE 99 COLOMBE

Un paio di giorni fa ho ricevuto una e-mail di invito, da parte di Artemisia Comina (con la collaborazione della "solita diabolica" Lydia), per partecipare alla creazione di un blog a sostegno dell'azienda dolciaria "Sorelle Nurzia" (di Bazzano, frazione de L'Aquila), chiamato "99 COLOMBE", in onore dei 99 castelli che, secondo la tradizione, diedero origine al primo nucleo urbano del capoluogo abruzzese, contribuendo ciascuno all'edificazione di una chiesa, una fontana ed una piazza. In realtà si ritiene che i "castelli" (alcuni erano addirittura semplici villaggi rurali) fossero solo circa 60, ma vogliamo andare, noi, contro la leggenda?


Ora, proprio a L'Aquila, dove mio padre dovette recarsi un giorno per il suo lavoro di rappresentante editoriale (e dove io e mia madre lo seguimmo per una breve "gita fuori porta"), sono ambientati i miei primi ricordi dell'infanzia (penso di non aver avuto ancora 4 anni d'età): eppure ricordo distintamente lo scheletro del mammuth del Museo Nazionale d'Abruzzo, ricordo ancora meglio la Fontana delle 99 Cannelle (dove scivolai sul muschio, macchiandomi quei tremendi calzettoni di cotone "bucherellati" che si mettevano 35 anni fa ai bambini), ricordo una grande piazza con una fontana (e forse un mosaico con i segni zodiacali, ma non giurerei fosse L'Aquila), ricordo la bellissima facciata ed il prato di Santa Maria di Collemaggio...


Conoscendo poi alcuni prodotti dell'azienda "Sorelle Nurzia", soprattutto un paio di "versioni" dei loro torroni, e sentendomi da sempre molto vicino all'Abruzzo ed alla sua gente (ancor di più dopo il tremendo terremoto che, il 6 aprile 2009, ha quasi raso al suolo la città de L'Aquila, una delle più belle ed orgogliose città italiane), non potevo non rispondere con tutto il mio entusiasmo all'invito di Artemisia e Lydia.
E tantopiù non posso tirarmi indietro dopo aver letto la bellissima lettera di Mara, responsabile dei Progetti Speciali dell'azienda dolciaria, donna orgogliosa e coraggiosa come la sua città, che, in un toccante passo, recita così:
"
Dopo il 6 aprile mi sento un'esploratrice, una pioniera che cerca, curiosa, osserva luoghi e mosse come se fossi la prima a scendere su un'isola deserta. Ripartire, o meglio risorgere, dopo un sisma catastrofico dove non hai più neanche un punto di riferimento in piedi è davvero difficile ma allo stesso modo affascinante. Quando hai bisogno di ago e filo e sei costretto a chiederlo a qualcuno che te lo deve portare da Roma il giorno seguente capisci che devi ripartire da zero e se sei coraggioso fai finta di niente e riparti altrimenti fai le valige e decidi di tornare dopo un paio di anni quando qualcuno al posto tuo avrà provato a riattaccare i pezzi di un puzzle".
Quello che è a metà strada tra la creazione di un blog ed un contest nasce proprio per poter dare a questa piccola, ma già conosciuta e stimata azienda, visibilità nazionale, visto che il loro indotto era, in precedenza, prevalentemente legato alla vendita nella città de L'Aquila e nei paesi del circondario abruzzese e laziale, oltre che a pochi punti "gourmet" di altre città quali Roma o Milano. Parlavo di contest poichè
è previsto che il 6 Aprile prossimo, in occasione del primo anniversario del terremoto del 2009, tutti i blogger aderenti l'iniziativa postino un articolo con una preparazione gastronomica legata ad (almeno) un prodotto dell'azienda "Sorelle Nurzia", cercando appunto di contribuire a renderne ancora più conosciuti il nome e la bontà dei prodotti.
L'azienda, che sorge proprio sulla Strada Statale di Onna, il paese in assoluto più duramente colpito dal sisma, dopo il terremoto ha riaperto i battenti l'11 maggio dello scorso anno, ma si trova a dover "navigare a vista", visto che l'area di mercato in cui agiva ha subito uno scossone che definire devastante è dir poco e visto che finora il grosso della loro produzione era legata al periodo natalizio.
Mara, grazie alla sua esperienza di marketing, per far rinascere l'azienda ha puntato sulla destagionalizzazione della produzione, creando una nuova linea di produzione che, sono sicuro, conquisterà i nostri palati, giovando anche allo spirito ed al nostro cuore, con la convinzione di aver aiutato tante famiglie de L'Aquila e dintorni ad aver posto la prima pietra per un futuro sereno.
Tra l'altro ho fatto il militare nella Brigata Sassari, il cui motto è "Forza Paris" (avanti uniti): mi pare che nessun motto possa essere più adatto per questa iniziativa.


ECCO ALCUNI PRODOTTI DEL DOLCIFICIO ED IL LISTINO PREZZI DEI PRODOTTI
(Per una buona visione cliccarci su)

Per ordini o info: mara.sorellenurzia@gmail.com




Per ordini o info: mara.sorellenurzia@gmail.com

Per il pagamento anticipato, potete fare un bonifico utilizzando questi estremi:

BANCA POPOLARE DI SPOLETO
AGENZIA DI L’AQUILA
IBAN: IT 30 M 05704 03600 000000000050
SWIFT CODE / BIC: BPSPIT 3S

Le condizioni di vendita sono le seguenti: Le spese di trasporto sono di 5 euro a spedizione.
Pagamento: anticipato altrimenti contrassegno. Consegna immediata.



Posta un commento