28 novembre 2006

E OGGI......




...un bel tortino di scarola.

Ho fatto appassire in padella due bei cespi di scarola con una base di olio pugliese (comprato direttamente in masseria l'estate scorsa, stranamente molto delicato e non pungente ma profumatissimo) ed uno spicchio di aglio vestito; poi ho aggiunto olive di Gaeta e capperi (rigorosamente sotto sale e messi sotto acqua corrente per 4 o 5 minuti), infine un paio di dozzine di ovetti di quaglia sodi (ci vogliono 4 o 5 minuti di bollore appena).
Una volta amalgamati gli ingredienti (ci andrebbero benissimo anche i pinoli o pezzetti di noce, oltre che olive nere, ma mi servivano per altre cose...) si versa il tutto in una base di pasta sfoglia (volendo si può ricoprire come una classica torta rustica, io mi sono limitato a rialzarne i lembi per creare un più semplice "cofanetto"). Dopo una quarantina di minuti nel formo a gas a 180°-190°... buon appetito :-D

Posta un commento