28 settembre 2006

E' GIUNTO IL MOMENTO......

...di postare un po’ di ricette, altrimenti il “Cucina” nel nome del blog che ce l’ho messo a fare??? Hehehehe Iniziamo con due o tre primi piatti:

PASTA GAMBERONI E TONNO FRESCO
Quasi ogni sabato andiamo a comprare il pesce fresco alla Pescheria Ostiense (dove si trova veramente di tutto), proprio nel palazzo dove Ozpetek ha girato il film Le Fate Ignoranti.
Non ho saputo resistere ad un bel trancetto di tonno fresco da fare alla piastra bagnato soltanto con un filo d’olio. Con un altro tranchetto ed una bella “cartata” di gamberoni, aglio, olio, un pizzico d’erbetta ed un pomodoro tagliato a cubetti, giusto per dare un po’ di colore, ci siamo concessi uno bello sfizio in tempo di diete.


Spesa e sugo

Risultato 1 e...... risultato 2
Il piatto si prepara in 10 minuti (variante: solo tonno tagliato a cubetti con aggiunta di qualche oliva nera o di quelle rosse di Gaeta, dei capperi ed un paio d’alicette da far squagliare direttamente nel soffritto).
Sabato scorso, invece, abbiamo trovato delle splendide code di mazancolle già pulite e… ne abbiamo approfittato. Con la solita base di aglio (vestito), olio ed erbetta (volendo aggiungete un’alicetta al soffritto per insaporire ancora di più) ed un pomodoro proprio per dare un leggero colorino al piatto…


GNOCCHETTI COZZE E FAGIOLI
Di ritorno dalla Puglia abbiamo voluto rinverdire i fasti della vacanza cucinandoci un piatto (ottimo) che abbiamo mangiato a Noci: cavatelli con cozze e cannellini. Il procedimento è veramente semplice: si puliscono delle barbe e si fanno aprire in padella le cozze, si fa un soffritto a base di cipolla e si mettono in cottura i cannellini, aggiungendo un paio di pomodori tagliati a dadini; si aggiungono poi le cozze con il loro sughetto filtrato; infine si cucinano i cavatelli (o qualunque altra pasta, l’importante è che sia corta) e si manteca il tutto in padella per un paio di minuti.




RISOTTO FIORI DI ZUCCA, ZUCCHINE ED ASPARAGI SELVATICI
Con degli altri fiori di zucca avanzati dal tortino ho voluto preparare un gustoso risottino mettendo insieme alcune cosette che non avrei potuto utilizzare da sole (praticamente degli avanzi hehehe).


Ho tagliato a dadini una di quelle zucchine tonde di media grandezza e l’ho messa in cottura con un soffritto di scalogno, olio ed un pizzico di vino bianco (ho utilizzato una Falanghina Ra Mì di DiMajo Norante, con cui abbiamo poi pasteggiato); mentre si cuoceva il brodo vegetale ho tagliato a striscioline i fiori ed a pezzettini anche degli asparagini selvatici che avevo comprato e surgelato un mesetto fa. Ho fatto poi un altro soffritto (identico al precedente, per non mischiare troppi sapori) ed ho messo a tostare il riso, aggiungendo poi alcuni mestoli di brodo. Nel frattempo ho aggiunto gli asparagi alle zucchine e, dopo una ventina di minuti di cottura del riso ho unito tutti gli ingredienti; ho mantecato poi il tutto con un paio di noci di burro ed una spolverata di parmigiano.

Posta un commento