16 agosto 2010

ZEPPOLE AL POLPO

Le spiagge, di questi tempi, sono un vero carnaio. Ma, tra uno strillo di ragazzino, un venditore di cd, noci di cocco o teli da mare, dalla vocetta altrettanto stridula, tra una grattachecca all'amarena con pezzetti di cocco e visciole e un vicino d'ombrellone tatuato fino al midollo e con cellulare incorporato all'orecchio, tra "'na bìra e 'n Calippo", mentre stai a ffa' 'a colla sott'ar sole cercando di risolvere un Sudoku, può capitare anche che una "Zeppola" ti presenti un simpatico ragazzo napoletano che per anni ha lavorato in una delle gastronomie storiche di Napoli (Imperatore, tanto per far capire a chi è di zona). E può capitare che, durante le chiacchiere da ombrellone, vengano pronunciate le parole "ZEPPOLE AL POLPO".
Ed ora ditemi: come potrebbe, un goloso sedicente foodblogger (anche se non mi sono mai del tutto sentito tale), appena ripresosi dal rombo di tuono scatenato nelle sue orecchie da quelle tre parole, rimanere impassibile a tanta immaginabile squisitezza? Quindi, un po' per la sua natura espansiva (l'ho detto che è di Napoli), un po' perchè minacciato e quasi fisicamente tirato per i capelli dal sottoscritto e dalla mia altrettanto golosa metà circa i dettagli esattissimi della ricetta, si è sbottonato in un sorriso...

ZEPPOLE AL POLPO
IMG_0601

INGREDIENTI (per 4 persone):

400 gr. di farina 00
250 gr. (o più) di polpo

un cubetto (o una bustina, se liofilizzato) di lievito
due cucchiaini di sale (circa 10 gr.)
aglio, olio e.v.o. e prezzemolo
un litro di olio di arachidi per la frittura

PROCEDIMENTO: lessate velocemente il piccolo polpo (magari come avevo fatto qui) e riducetelo, una volta freddo, in una piccolissima dadolata; conditelo con uno spicchio d'aglio tagliato in 7 o 8 pezzettini (che poi toglierete), un mazzetto di erbetta (purtroppo per la fretta di fare questa ricetta, non avendola ed essendo tutti i fruttivendoli chiusi, io non ce l'ho messa) e mezzo bicchiere di olio e.v.o., lasciandolo insaporire in frigo per un paio d'ore.
Nel frattempo preparate la pastella per le zeppole: in una insalatierina versate la farina, il pizzico di sale (io ho potuto farlo subito utilizzando del lievito liofilizzato) ed un bicchiere d'acqua tiepida, nel quale avrete sciolto il lievito. Amalgamate bene il tutto e, quando l'impasto è quasi pronto, unitevi la dadolata di polpo (la prossima volta voglio provare a tenere l'impasto un po' più asciutto, aggiungendo però parte dell'olio in cui avrò insaporito il polpo), mescolate per bene ma delicatamente, ricoprite l'insalatiera con la pellicola da cucina e lasciate lievitare per almeno un'ora e mezza.

IMG_0589

Mettete tutto l'olio in un pentolino dai bordi abbastanza alti, perchè la cottura va fatta in olio fondo, e portatelo a temperatura. Io ho fatto la prova del cucchiaio di legno per verificare la temperatura dell'olio (quando, immergendo il cucchiaio di legno nell'olio, questo inizierà a sfrigolare e fare delle piccole bollicine attorno al cucchiaio), ma le zeppole migliori le ho ottenute a partire dalla seconda calata.

IMG_0592

Con un cucchiaio prendete un po' di impasto lievitato e, con un altro cucchiaio, aiutatevi a formare delle quenelles che lascerete cadere delicatamente nell'olio bollente.

IMG_0595

In pochi secondi le zeppole si gonfierammo triplicando (almeno) la propria grandezza. Dopo meno di un minuto giratele con una schiumarola per farle dorare anche dall'altra parte e, in poco più di un minuto, saranno pronte.

IMG_0594

Lasciatele scolare su carta da forno e servitele ancora calde.
GRAZIE BRUNO !!!

IMG_0604

P.s.: con tutto quell'olio a disposizione non potevo non accompagnare quelle zeppole marinare con patatine ed alici fritte.

IMG_0600

La sera prima, infatti, avevo pulito circa 350 gr. di alici freschissime (che veniva voglia di mangiare crude, tanto era il profumo di mare che emanavano). Le ho semplicemente impanate in 100 gr. scarsi di farina cui avevo aggiunto un pizzico di sale. Buttate in olio fondo in meno di 20 secondi avete una bontà indicibile a portata di bocca.

IMG_0603

Per contorno non potevo non prendere un paio di patate, tagliarle fine fine con la mandolina, e.... queste sono pronte in meno di 10 secondi (delle patatine fritte come neanche quelle famose in sacchetto !!)

IMG_0602

30 commenti:

Genny G. ha detto...

:OOOO ..posso solo sbavare:D poco eh..poi pulisco!:D bone Jajo!:D

Cey ha detto...

Mi hanno fatto pensare tanto ai takoiaky, so che non si scrivono così -_-, giapponesi *_* adoro *_*

arabafelice ha detto...

Svengo! Muoio! No ecco mi sono ripresa!!!
Ti adoro,adoro Bruno, ed intanto ho telefonato al marito che procuri un polpo al mercato del pesce, visto che oggi devo stare al lavoro fino a tardi!!!

Stefania ha detto...

Proprio a fasse male!!!

Stefania ha detto...

Proprio a fasse male... :-D
Per me niente polpo...

Ady ha detto...

Io L'ho sempre detto che sono una napoletana atipica, non sapevo dell'esistenza di queste zeppole, e la "Zeppola" non me l'ha mai detto, e tu neanche quando ci siamo visti, però le devo fare, ho proprio un bel polipone in freezer, bacio grande :)

JAJO ha detto...

GENNY: come detto "di là", passa per la seconda sfornata, la prima l'ha divorata la suocera hahahahaha

CEY: purtroppo conosco solo queste napoletane, ma mi fido :-D

ARABAFELICE: fai insaporire per bene quel polpo e poi... ci vuole poco a farle ed ancora meno a finirle :-D

STEFANIA: e allora fàmose male !!! hahahahahaha Si, lo so: niente carne e pesce per te :-/

ADY: tu oramai sei di CHIETI hahahahaha altro che Napoli ! :-D
La ricetta l'ho saputa il giorno dopo.
Se il polipone è bello grande puoi invitare a cena anche qualche ...infermiera: Franco sarà doppiamente contento ! hahahahaha

artetecaskitchen ha detto...

Ehilà,ma tu ferie niente? O sei connesso dal mare?
Buone zeppole.
Fabrizio

JAJO ha detto...

Ciao FABRIZIO: ma qua' fferie !!! Quelle arriveranno dal 4 settembre, purtroppo :-(
Però, una zeppola qua una là, cerco di far passare il tempo :-D

Saretta ha detto...

Miiiii Jajoooooooo!Mi ritornerebbe il sorriso con un piatto succulento come questo!!!Sei mitico!

Luca and Sabrina ha detto...

E meno male che avevi spento i fornelli!!!!!! Dalla tua cucina escono sempre dei manicaretti, questo poi! Lo sai che Luca ed io, in particolare io, potremmo fare follie per il polipo, che lo mangiamo in qualsiasi modo sia presentato! Ora appena abbiamo letto Zeppole di polipo, abbiamo pensato ad uno scherzo, non le avevamo mai sentite nominare, quindi ci siamo addentrati nel tuo post col sorriso e ne siamo usciti con lo stesso desiderio tuo di prepararli subito e subito per noi sarà domani se va bene, altrimenti dopodomani! Ma le vogliamo mangiare assolutamente queste zeppole, prima di partire per le vacanze! Altra cosa di cui siamo golosi sono le alici fritte, ma non le facciamo spesso, l'ultima volta ne abbiamo comprate più di mezzo chilo e per pulirle a farle a filetti sono impazzita, perchè devi sapere che luca non è portatissimo per pulire il pesce! Non vi siete fatti mancare nemmeno le chips, che goduria, a giudicare da quello che vediamo sono molto meglio di quelle famose!
Nella grattachecca all'amarena da voi mettono anche cocco e visciole? Ci dai l'indirizzo della spiaggia?
Buona settimana
Sabrina&Luca

JAJO ha detto...

SARETTA: non potevi mancare tu ! :-D
Dai, il sorriso in estate non deve mai andar via, per nessun motivo :-D

SABRINA: ma daaiiii: grande, grosso, fa la pasta all'uovo a mano (spessissimo ripiena) e non mi sfiletta le alici ??? Lascialo subito !!!! hahahahaha
Scherzi a parte, a Roma fa troppo caldo per accendere i fornelli ma, complice una capatina in Umbria... :-D Provale con dei gamberetti o degli scampetti allora (sono la prossima variante che vorrei fare :-D)
In tutto il litorale romano (da Ostia a Torvajanica) impazza ER GRATTACHECCARO !!! La granatina (o grattachecca) decidi tu a che gusto volerla e se ci vuoi dei dadini di cocco, oltre le amarene, il prezzo è lo stesso :-D
Vi aspettiamo quando volete, prima della chiusura degli stabilimenti balneari hahahahaha

Luca and Sabrina ha detto...

Sarò grande e grosso, mi diverto a fare la pasta e so anche sfilettare le alici, ma se non lascio fare qualche cosa a Sabrina, lei mi mangia vivo (così, poi, rischierebbe di ingrassare!) La pasta ripiena è un lavoro di coppia, chi riempie è sempre lei perchè, a dire il vero, ha il tocco magico per le quantità. Io starei sempre sullo scarso, ma a lei piacciono gonfi i ravioli.
Jacopo, con questo post sei stato un diavoletto tentatore, so già che spesa farà Sabrina domani, anche se per cena c'è arrosto. Quindi dopo domani si zeppola e dato che chi frigge sono io....... mi sa che mi divertirò un mondo.
Big Kiss by Luca&Sabrina

JAJO ha detto...

Hahahahaha punto sul vivo eccolo qui, il mitico Luca :-D
Ma siiiii, lo so che voi siete una squadra perfetta !
Allora che dirvi se non ....BUONA ZEPPOLATA !!!! ;-D

Gunther ha detto...

questa delle zeppole al polpo è un autentica "esclusiva" e chi me la toglie più dalla mente finchè non la provo!!

JAJO ha detto...

Hehehehe ho contagiato anche te, caro Gunther ? :-D
Provala con dei gamberi o degli scampi.... ;-D

Alex ha detto...

Mi vuoi vedere stramazzare!!

JAJO ha detto...

Dai, Liebes, cosa vuoi che siano un po' di farina, di acqua e un polpetto ? hahahahaha

giulia pignatelli ha detto...

ciao jacopo!passavo di qui per caso e mi sono trovata svenuta davanti a un polpo!!! Mammina che buono e che bello il tuo blog! Mi sa che verrò a trovarti spesso, passa anche tu quando vuoi ;)

Pippi ha detto...

hmmmmmm Jajoooooooooo!!! :-))))
ci tenti eccome se ci tenti!!!!!!!!!!

:-)
Pippi

JAJO ha detto...

Ciao GIULIA: sarai sempre la benvenuta... torna quando vuoi :-D

PIPPI: tentar... non nuoce hahahahaha

Chiara ha detto...

che idea originale! Io che adoro il polpo me la segno da fare...sei un tentatore Jajo....bacioni e buon we!

Claudia ha detto...

Ossignurrrrrrrrrr ma che bontà è mai questa???? com'è che Ric non la sapeva.. stasera lo rimprovero.. ahaahahahah Buonissime pure le alici.. mado quanto so bone.. pensa che in Grecia.. verso le 17 di pomeriggio quando andavamo via dal mare ci fermavamo alle taverne ed un piatto di alici fritte non ce lo levava nessuno!!!! gnamm gnamm... buona giornata :-)))

Anonimo ha detto...

sbirciando qua e la mi sono imbattuta in questa ricetta!!!!!!! Fantastica....devo assolutamente provare! grazie

JAJO ha detto...

CHIARA: un polpo tentatore hahahahaha

CLAUDIA: alle 17 dopo il mare ? EPICUREI !!! hahahahaha

ANONIMO: fammi sapere se ti sono piaciute :-)

manuela e silvia ha detto...

Wow, un modo molto sfizioso e diverso per preparare il polipo! ci piace eccome!!!
un menù tutto di pesce fritto e pastellato..ma ogni tanto c'è da fare ;)
un bacione

Giulia ha detto...

Aaaa.... Jacopo, vuoi la mia morte?? Queste zeppole sono il mio sogno proibito... trrrrroppo buone!
baci

€llY ha detto...

Jajo non ho mai provato queste zeppole, mhhh...mi sa che questo weekend le faccio, sembrano divine e di te mi fido sempre! ^_^
Un abbraccio, Elly

Kiarina77 ha detto...

Jacopo, ti odio!!!!!! Uffi, dove trovo tutto sto' ben di Dio qui a Lodi??? Me lo spieghi????? :-)

JAJO ha detto...

MANUELA & SILVIA: magari accompagnate con un bel carpaccio, tanto per sgrassare la bocca :-D

GIULIA: e dai, falle: scommetto che Stefano le spazzolerebbe tutte in un attimo :-D

Dai, ELSA, ci vuole proprio pochissimo e sono... come le ciliegie :-D

CHIARA: ma dai... non ci provare: a Milano avete il pesce migliore d'Italia !!! :-D